L'INCONTRO CHIESTO DAL PRESIDENTE DEL COSPAR

Putin riceve Bignami a Mosca

Alla vigilia dell'Assemblea Generale del COSPAR, il Comitato Internazionale per la Ricerca Spaziale, che aveva deciso di festeggiare i suoi 40 anni proprio a Mosca, il suo Presidente Giovanni Bignami ha chiesto un incontro al Presidente russo Putin

В.Путин посетил Мемориальный музей космонавтикиAveva chiesto un incontro, preoccupato che la crisi ucraina potesse avere gravi ripercussioni sui rapporti USA-Russia anche in campo scientifico, cosa che è poi stata confermata dall’annuncio “combattivo” della NASA rispetto alle relazioni con i russi. Questo alla vigilia dell’Assemblea Generale del COSPAR, il Comitato Internazionale per la Ricerca Spaziale, che aveva deciso di festeggiare i suoi 40 anni proprio a Mosca. Per questo motivo il suo Presidente Giovanni Bignami, ha inviato una lettera al Presidente russo Vladimir Putin. Un incontro che è stato concesso, segnale che la ricerca deve guardare oltre i conflitti della politica.

Nel proporre alcune foto dell’incontro anche alcuni stralci della lettera.В.Путин посетил Мемориальный музей космонавтики

Pochi anni fa, il Consiglio COSPAR ha scelto Mosca come luogo del suo 40 ° “Giubileo” COSPAR Assemblea Generale. I lavori preparatori per questo evento di riferimento è iniziato almeno un anno fa con la mia visita a Lomonosova University, la location scelta dell’evento.

Sono molto lieto di comunicarvi che, sul piano organizzativo, tutto sta andando molto, molto bene. Sforzi congiunti e continui dell’Accademia Russa delle Scienze, Università Statale di Mosca, Roscosmos e del tuo Ministero dell’Istruzione e della Scienza stanno dimostrando già ora che l’Assemblea a Mosca sarà uno dei congressi più riusciti nella lunga storia del COSPAR. 

Ad esempio, il numero di pubblicazioni scientifiche già presentate a Mosca è superiore a 4500, che batte quasi tutti i record COSPAR. Come potete immaginare, questo definisce solo il limite inferiore del numero di scienziati internazionali che intendono partecipare. Inoltre, i nostri colleghi russi hanno organizzato programmi speciali a sostegno dei giovani scienziati, i loro colleghi provenienti dall’ex Unione Sovietica e dall’Europa dell’Est, nonché degli insegnanti della scuola russa di fisica e astronomia.

Tuttavia, nelle ultime settimane alcune nuvole scure sono apparse nei cieli COSPAR. Gli sviluppi politici degli ultimi giorni sembrerebbero mettere in dubbio la partecipazione all’Assemblea COSPAR di molti colleghi chiave provenienti da paesi occidentali, soprattutto quelli che lavorano in organizzazioni governative. Ciò rischia di minare gli sforzi della comunità scientifica spaziale mondiale e degli organizzatori russi e ciò, credo ne convenga, signor Presidente, sarebbe assolutamente inaccettabile.

La scienza dovrebbe essere al di là della politica, o meglio, dovrebbe essere uno strumento di costruttiva collaborazione pacifica. Come ho già detto, il COSPAR è stata costituita nel 1958, proprio durante il picco della guerra fredda, proprio per fornire un forum per gli scienziati sovietici e americani (gli unici giocatori spaziali di quel tempo) per discutere della cooperazione pacifica nello spazio. Oggi, la scienza spaziale, anche nel contesto della competizione naturale tra le nazioni, continua ad agire come un pacificatore. Inoltre, la cooperazione nello spazio, negli ultimi decenni è diventato un fattore molto significativo per nuove conquiste e scoperte nelle scienze spaziali.

 

Per altre foto