RACCOLTA FONDI DEL MUSEO SCIENZA E TECNICA

Conquistiamoci la Luna

Una campagna di raccolta fondi per finanziare l’esposizione di uno dei suoi oggetti più preziosi: il frammento di Luna portato sulla Terra dagli astronauti dell’Apollo 17, l’ultima missione dell’Uomo sul nostro satellite (dicembre 1972).

21.12.2013, ore 18:00 - 21.12.2013, ore 18:00

StampaUna campagna di raccolta fondi per finanziare l’esposizione di uno dei suoi oggetti più preziosi: il frammento di Luna portato sulla Terra dagli astronauti dell’Apollo 17, l’ultima missione dell’Uomo sul nostro satellite (dicembre 1972). E’ quella lanciata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. La campagna, denominata CONQUISTIAMOCI LA LUNA, mira a coinvolgere da protagonisti i visitatori con cui il Museo ha pensato di costruire insieme  uno dei progetti più importanti per il 2014.

La piattaforma d’elezione per il crowdfunding è il web, dove portatori di interesse, appassionati e curiosi si aggregano per rappresentare una forma di finanziamento dal basso a sostegno di iniziative sociali e culturali. Per la raccolta dei fondi il Museo si è affidato a Retedeldono che sostiene la campagna mettendo a disposizione una nota piattaforma web italiana per la raccolta di donazioni online. Per donare : www.museoscienza.org/luna

La raccolta fondi prevede 3 diverse fasce di donazione giocando sulla metafora della taglia che ognuno può indossare e i relativi benefit: small, medium o large. SMALL: DA 10 A 50 EURO. 1 biglietto omaggio + 1 certificato di donazione + il proprio nome nella nuova Sezione Spazio e sul sito web del Museo. MEDIUM: 51 A 300 EURO. Invito all’anteprima dell’esposizione del frammento lunare + 4 biglietti omaggio + 1 certificato di donazione + il proprio nome nella nuova Sezione Spazio e sul sito web del Museo. LARGE: OLTRE 300 EURO. 1 membership card sostenitore del Museo per un anno + invito all’anteprima dell’esposizione del frammento lunare + 4 biglietti omaggio + 1 certificato di donazione + il proprio nome nella nuova Sezione Spazio e sul sito web del Museo.

Inoltre è possibile diventare sostenitore della campagna CONQUISTIAMOCI LA LUNA invitando chiunque a donare, in questo modo: registrandosi come Personal Fundraiser su www.retedeldono.it/fundraiser/register;  aprendo una pagina personale di raccolta fondi e corredandola di foto e video; invitando amici e conoscenti a donare via email, Facebook e Twitter; o anche entrando a far parte del Running Team Spaziale del Museo per correre insieme “alla conquista della Luna”, durante la Milano Marathon del 6 aprile 2014; per iscrizioni maratona@museoscienza.it.

Nell’ambito della campagna il Museo organizza una serie di eventi a tema. Ti regalo la Luna: In occasione del Natale è possibile fare un regalo originale: donando per la campagna, si può far scrivere il nome della persona destinataria del regalo nella nuova esposizione del Museo dedicata allo Spazio. MuseoNatale: Al Museo durante tutto il periodo delle festività natalizie è previsto un programma di attività dedicate allo Spazio.

Dal 26 al 31 dicembre e dal 2 al 6 gennaio, dalle 9.30 alle 18.30.

Nel corso del 2014, accanto alla Sezione Astronomia, verrà inaugurata una nuova esposizione permanente dedicata allo Spazio in cui l’obiettivo è esporre anche l’unico frammento di roccia lunare presente in Italia. Nella nuova Sezione, che verrà realizzata con il contributo di partner pubblici e privati, si scoprirà il lavoro di ricerca della Stazione Spaziale Internazionale e le sue ricadute sulla vita dell’uomo, oltre a conoscere l’esplorazione di Marte e l’evoluzione delle missioni verso gli asteroidi.

Il racconto di quest’avventura è coerente con la storia, l’identità e la missione del Museo. Quella verso l’esplorazione dello spazio è una delle massime sfide alle capacità umane e l’emozionante frontiera dell’Uomo per quanto concerne conoscenza, abilità e coraggio. In questo contesto verrà esposto il frammento di roccia lunare proveniente dall’area chiamata “Taurus Littrow Valley” e raccolto dal comandante dell’Apollo 17, Eugene Cernan. La missione consentì di far arrivare sul satellite Harrison Schmitt, il primo astronauta-scienziato e pilota del modulo lunare. Il frammento si presenta come una piccola pietra di basalto dal valore inestimabile, simbolo dell’evoluzione tecnologica e della pace nel mondo. Nel 1973 il presidente Richard Nixon lo offrì, come segno di fratellanza e collaborazione da parte degli Stati Uniti, al Governo Italiano, che poi lo donò al Museo.