AL CENTRO C'E' UNA STELLA EMBRIONALE

Bolla con sorpresa

Annidata all'interno di questa bolla galattica di gas e polveri, ripresa in infrarosso dal satellite Herschel, si distingue una stella in formazione che è già ben otto volte più massiccia del nostro Sole e potrebbe superare la dimensione di 150 masse solari.

RCW 120 è una bolla soffiata da una stella centrale. Il nodo luminoso in basso a destra della bolla è un embrione stellare. La stella ha già una massa di circa 8-10 Soli, e probabilmente crescerà più grande ancora. RCW 120 si trova a circa 4300 anni luce di distanza.  CREDIT: ESA/PACS/SPIRE/HOBYS Consortia

RCW 120 è una bolla creata da una stella in formazione (il punto luminoso in basso a destra). CREDIT: ESA/PACS/SPIRE/HOBYS Consortia

Questa grossa bolla ripresa dal satellite Herschel dell’ESA si trova a circa 4300 anni luce da noi, ed è stata “gonfiata” da una stella nascente al suo interno. La stella non è visibile alle lunghezze d’onda infrarosse a cui lavorava Herschel, ma spinge sulla polvere circostante e sul gas. Anzi, la pressione esercitata sul materiale circostante è tale che ha iniziato a collassare, formando così nuove stelle.

Il punto luminoso alla destra della base della bolla corrisponde proprio a una stella in formazione sorprendentemente grande. Le osservazioni di Herschel hanno dimostrato che essa ha già almeno otto volte la massa del nostro Sole, e che è circondata da ulteriori 2.000 masse solari di gas e polveri da cui si può alimentare ulteriormente.

Non tutto il materiale cadrà sulla stella, tuttavia: alcuni materiali verranno espulsi dalle intense radiazioni emesse dalla stella. Alcune stelle raggiungono ben 150 masse solari, ma solo quando questo embrione stellare sarà diventato grande sapremo la sua vera dimensione.

Herschel è stato lanciato il 14 maggio 2009 ed è andato definitivamente in pensione nel giugno di quest’anno, ma gli scienziati stanno ancora analizzando parte dei dati che ha raccolto, tra cui questa immagine ripresa in realtà nel maggio del 2010.