HERSCHEL STUDIA LA GEMELLA DEL SOLE

Uno strato freddo su Alpha Centauri A

Usando il telescopio orbitante dell'ESA, i ricercatori hanno osservato, per la prima volta su una stella che non sia il Sole, uno strato dell'atmosfera di molte migliaia di gradi più freddo rispetto alla corona e alla superficie. La stella in questione è Alpha Centauri A, gemella e vicina di casa del Sole.

L’osservatorio orbitante made in Europe Herschel, dell’Agenzia Spaziale Europea, ha scoperto uno strato più freddo nell’atmosfera della stella Alpha Centauri A, una stella molto simile al nostro Sole. La  scoperta può aiutare i ricercatori che studiano il Sole e capirne di più sulla nostra stella, ma anche a scoprire, in futuro, nuovi sistemi planetari simili al nostro.

Le vicine di casa del Sole sono le stelle appartenenti al sistema stellare Alpha Centauri: Proxima Centauri, è la più “vicina”, dista 4,24 anni luce dalla Terra. Nelle vicinanze c’è il sistema binario formato da Alpha Centauri A e B, lontane 4,37 anni luce.

Proprio lo scorso ottobre gli astronomi hanno scoperto un esopianeta ad appena 4,3 anni luce da noi, un pianeta delle dimensioni prossime a quelle della Terra che ruota intorno ad Alpha Centauri B. Ma Alpha Centauri A è altrettanto interessante per gli studiosi, in quanto assomiglia molto al nostro Sole per massa, temperatura, composizione chimica ed età: studiare questa stella è come leggere la carta d’identità del Sole.

Alpha Centauri A

L’alternanza di temperature negli strati più esterni del Sole incuriosisce da tempo gli astrofisici: la corona solare arriva alla temperatura di milioni di gradi, mentre la temperatura della superficie è di soli 6000° centigradi. Ancor più strana è la presenza tra i due strati di un terzo, chiamato cromosfera, la cui zona inferiore ha temperature molto più basse, di -4000° centigradi. Durante le eclissi solari totali, questi due strati dell’atmosfera solare diventano ben visibili. La cromosfera appare rosa, mentre i fiumi di plasma della corona hanno un colore biancastro.

La spiegazione è da cercare probabilmente nell’azione delle linee del campo magnetico, che provocano le famose tempeste solari, molto spesso indirizzare verso la Terra.

Osservando Alpha Centauri A con le strumentazioni a infrarosso di Herschel e confrontando i risultati con modelli computerizzati delle atmosfere stellari, gli scienziati hanno individuato per la prima volta un simile strato “freddo” nell’atmosfera di un’altra stella.

Ma perché le temperature nella cromosfera si abbassano così drasticamente? «Lo studio di queste strutture si è limitato al Sole finora, ma abbiamo chiaramente osservato fenomeni simili attorno ad Alpha Centauri A», spiega René Liseau dell’Onsala Space Observatory, in Svezia. «Delle osservazioni più dettagliate di altre stelle potrebbe aiutarci a decifrare l’origine di questi strati e l’intero puzzle delle escursioni termiche atmosferiche».