L'AMBITO RICONOSCIMENTO A GIANNI ZAMORANI

Il Premio Linceo al genio dei quasar

Il professor Zamorani dell'INAF-OA di Bologna, astronomo di fama internazionale, ha ricevuto il Premio Linceo per l'Astronomia alla presenza del Presidente delle Repubblica Napolitano. L'ambito riconoscimento è assegnato ogni 10 anni.

Gianni Zamorani, astronomo di fama internazionale dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Bologna, ha ricevuto il prestigioso Premio Linceo per l’Astronomia, assegnato ogni 10 anni ai migliori scienziati italiani nel campo dell’astronomia, geodesia e geofisica dall’Accademia Nazionale dei Lincei. Il riconoscimento è stato conferito al professor Zamorani il 24 giugno 2010, alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell’Adunanza Generale Solenne dell’Accademia dei Lincei, l’istituzione scientifica più antica del mondo, fondata nel 1603.

Scienziato di grande fama a livello internazionale, Zamorani è stato premiato – recita la motivazione dei Lincei – “per la sua attività di ricerca sviluppata nel campo dell’astronomia extragalattica e, in particolare, nel campo dell’astrofisica delle alte energie con lo studio dell’emissione non-termica nelle bande delle onde radio e dei raggi X e gamma sia nelle galassie normali che nei nuclei galattici attivi”.

“Un premio al merito”, è la viva congratulazione espressa dal presidente dell’INAF, Tommaso Maccacaro. “Sono particolarmente contento che questo ambito riconoscimento sia stato conferito a Zamorani che conosco dalla fine degli anni Settanta e di cui ho avuto modo di apprezzare personalmente le altissime qualità scientifiche e umane”.

“Ritengo giusto considerare questo premio, di cui mi sento onorato, come un riconoscimento al contributo che tutti i ricercatori hanno dato e danno allo sviluppo della conoscenza nel campo della cosmologia osservativa”, dice prof. Zamorani. “In Italia ci sono tanti ricercatori di ottimo livello, con molti dei quali ho avuto la fortuna e l’opportunità di collaborare in modo continuativo e molto proficuo”.

Gli studi sui quasar sviluppati da Zamorani hanno fatto scuola e per anni sono stati un punto di riferimento nel settore. Così pure vanno segnalati i suoi originali contributi agli studi sull’origine del fondo cosmico di raggi X. Il professor Zamorani è la colonna di un forte gruppo di ricerca all’OA di Bologna dedicato allo studio sia delle proprietà delle galassie sia delle proprietà di evoluzione cosmologica dei nuclei galattici attivi (AGN) in relazione all’ambiente. Tra i campi d’interesse, anche la struttura a larga scala dell’Universo.

Gianni Zamorani risulta fra gli astronomi italiani più citati al mondo secondo la classifica dell’Institute for Scientific Information (ISI). Nel 2000 il Premio Linceo per  Astronomia, Geodesia, Geofisica e applicazioni fu assegnato a Vittorio Castellani (astronomo), nel 1990 a Giuliano Panza (geofisico), nel 1980 a Margherita Hack (astronoma).

Puoi ascoltare l’intervista a Giovanni Zamorani:

[audio:http://www.media.inaf.it/audio/giovanni-zamorani.mp3|titles=Giovanni Zamorani intervistato da Marco Malaspina in occasione del conferimento del Premio Linceo per l’Astronomia]