OCCHI PUNTATI SU GIOVE

Risolto il mistero della striscia scomparsa

Nuove immagini del telescopio spaziale Hubble rivelano cosa è successo alla South Equatorial Belt, svanita apparentemente nel nulla. In realtà, è solo nascosta dietro nubi di ammoniaca

Nuove immagini del telescopio spaziale Hubble rivelano ciò che è accaduto a una delle cinture di Giove, misteriosamente scomparsa qualche settimana fa. La fascia equatoriale marrone, larga il doppio della Terra, in realtà non è stata risucchiata nel nulla, ma si nasconde dietro gigantesche nuvole di ammoniaca.

La South Equatorial Belt (Seb) ha iniziato a sbiadire alla fine dello scorso anno, per poi scomparire completamente agli inizi del maggio 2010. Le immagini scattate con la Wide Field Camera 3 di Hubble il 7 giugno – appena tre giorni dopo che un oggetto sconosciuto si è schiantato sul pianeta – hanno riscontrato uno strato di nuvole bianche di cristalli di ghiaccio di ammoniaca. Le nubi di ammoniaca si trovano a una una quota superiore rispetto a quella della striscia marrone, ed ecco perché ne oscurano la vista.

Le immagini inoltre hanno fornito indizi sull’identità dell’oggetto che ha colpito Giove il 3 giugno. La mancanza di detriti sopra le nuvole di Giove suggerisce che l’oggetto fosse relativamente piccolo e si sia disintegrato nell’atmosfera come una meteora.