PADOVA CITTÀ DELLE STELLE

Meraviglie del satellite Planck

Il 27-28-29 aprile la missione dell'ESA è protagonista di tre giornate di scienza e tecnologia organizzate da Comune, Università e INAF-Osservatorio astronomico di Padova. Il Premio di questa edizione a Nazzareno Mandolesi e Jean-Loup Puget, PI dei due strumenti a bordo

La città di Sant’Antonio spalanca una finestra sull’Universo primordiale e lo fa dedicando la terza edizione della manifestazione Padova Città delle Stelle al satellite Planck, la missione dell’Agenzia Spaziale Europea, con una forte partecipazione nazionale, mandata in orbita lo scorso anno per lo studio della radiazione cosmica di fondo, i resti del fuoco primordiale esploso dopo il Big Bang.

Il 27-28-29 aprile tre giornate di scienza e tecnologia  permetteranno al pubblico – giovani, studenti e appassionati – di conoscere da vicino l’avvincente impresa del telescopio spaziale Planck.

La manifestazione, organizzata dal Comune, il dipartimento di Astronomia dell’Università e INAF-Osservatorio astronomico di Padova, si apre con la premiazione dei vincitori del Premio Padova Città della Stelle, assegnato quest’anno a Nazzareno Mandolesi e Jean-Loup Puget, PI dei due strumenti a bordo, LFI e HFI.

“Dopo 20 anni di lavoro sul satellite Planck, un pezzo di vita insieme a “lui”, è grande per me la soddisfazione di ricevere questo importante riconoscimento che fa onore a me e a tutta la squadra che con me ha lavorato con passione e intensità”, commenta Remo Mandolesi, direttore dell’INAF-IASF Bologna e responsabile di LFI, lo strumento di Planck per le basse frequenze (30, 44 e 70 GHz). “Tutto iniziò da una mia idea, in risposta a un bando per nuove missioni scientifiche emesso dall’ESA. Da lì fu sviluppato il progetto di questa missione per fotografare l’alba dell’Universo. E finalmente nel maggio del 2009 Planck ha spiccato il volo e da allora ci ricompensando alla grande di tutti gli sforzi. I risultati sono strabilianti, e siamo solo all’inizio”.

Ad aprire la tre giorni di confronto, il presidente dell’INAF Tommaso Maccacaro e Piero Benvenuti in rappresentanza dell’ASI. Dibattiti, interviste, incontri con gli scienziati dell’INAF e proiezioni di documentari scientifici accompagnati dal giornalista scientifico Fabio Pagan, animeranno la la manifestazione che si chiuderà con la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Padova a Simon White, scienziato di fama internazionale e direttore dell’Istituto di Astrofisica Max Planck  di Monaco di Baviera.

Per ulteriori informazioni: http://padovacultura.padovanet.it/