SETTE GLI ASTRONAUTI SULLA ISS, TRA I QUALI DUE RUSSI

Crisi in Ucraina, la dichiarazione dell’Esa

Le attività dell’Agenzia spaziale europea continuano, compresa la campagna in corso per il lancio di ExoMars, in programma per settembre. Lo comunicano attraverso il proprio sito l’Esa e, su Twitter, il direttore generale dell’agenzia Josef Aschbacher

     25/02/2022
Social buttons need cookies

Aggiornamento del 28.02.2022: l’Agenzia spaziale europea ha rilasciato una nuova dichiarazione riguardo i programmi in cooperazione con la Russia.

«Nonostante il conflitto in atto, la cooperazione spaziale civile rimane un ponte», ha twittato questa mattina il direttore generale dell’Agenzia spaziale europea Josef Aschbacher relativamente alla crisi in Ucraina. «L’Esa continua a lavorare su tutti i suoi programmi, inclusa la Stazione spaziale internazionale e la campagna di lancio della missione ExoMars, al fine di onorare gli impegni con gli Stati membri e i partner. Continuiamo a monitorare l’evolversi della situazione».

Messaggio ribadito poche ore più tardi sul sito dell’Agenzia, ripreso da un secondo tweet dello stesso Aschbacher. «Mentre attraversiamo queste ore buie dopo l’inizio del confronto militare su vasta scala in corso in Ucraina, l’Esa segue da vicino la situazione mantenendo contatti regolari con i suoi Stati membri, l’industria e i partner internazionali al fine di valutare le possibili conseguenze per le attività in corso dell’Esa e soprattutto per il personale coinvolto nelle sue operazioni critiche», si legge. «Uno dei punti di forza che, in passato, la cooperazione spaziale ha dimostrato è la resilienza dei partner nel superare le crisi geopolitiche e mantenere, come avviene a bordo della Stazione spaziale internazionale, un luogo di ricerca congiunta a fini pacifici per il bene di tutti. L’Esa è impegnata a continuare il lavoro di tutte le attività del suo programma, inclusa la campagna in corso per il lancio di ExoMars, per garantire, per quanto possibile, che vengano realizzate».

Gli astronauti attualmente a bordo della Stazione spaziale

Quanto alla Stazione spaziale, a bordo si trovano attualmente quattro astronauti della Nasa (Raja Chari, Thomas Marshburn, Kayla Barron e Mark Vande Hei), uno dell’Esa (il tedesco Matthias Maurer) e due russi di Roscosmos (Pyotr Dubrov e Anton Shkaplerov, quest’ultimo con il ruolo di comandante).

Dal blog della Nasa che riporta quotidianamente le attività a bordo della Iss la giornata odierna, venerdì 25 febbraio, è trascorsa fra esperimenti scientifici e attività di manutenzione di routine, e alla fine della giornata tutti e sei gli ingegneri di volo si sono uniti al comandante Anton Shkaplerov per prendere parte a un’esercitazione. Il 18 marzo è in programma l’arrivo di altri tre cosmonauti con una navicella russa Soyuz.