IL CIELO DI AGOSTO

Pianeti giganti e Perseidi, che spettacolo

Giove, Saturno e lo sciame meteorico delle Perseidi saranno protagonisti nei cieli serali di questo mese. I consigli per osservarli al meglio, insieme alle principali costellazioni e pianeti visibili nei cieli di agosto

     02/08/2021
Social buttons need cookies

I tre protagonisti dei cieli serali di agosto. Da sinistra: Giove, lo sciame meteorico delle Perseidi, Saturno. Crediti: Hubble Space Telescope, Esa, Nasa

Pianeti giganti alla loro massima visibilità e il consueto sciame meteorico delle Perseidi sono gli eventi astronomici principali previsti nei cieli serali di agosto. Si parte il secondo giorno del mese con Saturno in opposizione. Questo vuol dire che la Terra si troverà quasi esattamente lungo la linea immaginaria che collega il sole a Saturno. Il disco del pianeta sarà quindi completamente illuminato dal Sole. Aggiungete il fatto che Saturno sarà anche alla minima distanza dalla Terra per questo anno e avrete servite le migliori condizioni per ammirarlo per tutta la durata della notte, e al massimo della sua luminosità. Non farete fatica a scorgerlo a occhio nudo intorno a mezzanotte, verso sud. E, per fortuna, queste condizioni di ottima visibilità rimarranno pressoché tali anche dopo l’opposizione, per parecchi giorni.

Il 20 agosto invece toccherà a Giove a essere in opposizione, raggiungendo anch’esso la distanza minima dal nostro pianeta e quindi la sua massima luminosità. Sarà uno spettacolo da ammirare anche solo a occhio nudo: il pianeta sarà visibile praticamente per tutta la durata della notte e brillantissimo, verso sud.

E non dimentichiamoci, come ogni anno, lo sciame meteorico delle Perseidi, anche noto come le “lacrime di San Lorenzo”. Il massimo quest’anno è previsto nella notte tra il 12 e il 13 agosto, anche se le notti tra il 10 e il 15 potranno essere adatte per catturare con lo sguardo qualche scia. Quest’anno, con la Luna che tramonta sul far della notte, le condizioni per osservare le Perseidi, meteo permettendo, sono ideali.  Le ore migliori per seguire il fenomeno sono quelle più tarde della notte, soffermandosi sulle regioni a nord est del cielo, in direzione della costellazione di Perseo. Le scie luminose che potremo osservare in quei giorni alzando lo sguardo al cielo sono prodotte da piccolissimi frammenti della cometa Swift-Tuttle che ogni anno incrociano la nostra orbita. Entrando con grandissima velocità nell’atmosfera terrestre, queste particelle, grandi anche solo come un granello di sabbia, la ionizzano, creando le caratteristiche scie luminose.

Se volete saperne di più questi e altri eventi, costellazioni, pianeti e congiunzioni che caratterizzeranno il cielo di agosto, guardate il video che, come sempre, abbiamo preparato per voi: