IL CIELO DI DICEMBRE

Giove e Saturno, la congiunzione d’inverno

Mai così vicini dal 1623, seppure solo apparentemente: i due giganti del Sistema solare saranno in congiunzione strettissima la sera del 21 dicembre, proprio nel giorno del solstizio d’inverno. I consigli per osservarla, insieme a pianeti, costellazioni e ai principali fenomeni astronomici del mese

     01/12/2020
Social buttons need cookies

Giove e Saturno in una immagine composita che è stata la Astronomy Picture of the day (Apod) del 29 luglio 2020. Crediti e copyright: Jean-Luc Dauvergne

È stato un lungo e lento inseguimento, durato mesi, ma siamo ormai giunti all’epilogo. Giove e Saturno, i due pianeti giganti del nostro Sistema solare si apprestano infatti a dare spettacolo nei cieli di dicembre, con la loro congiunzione strettissima, prevista la sera del 21, esattamente nel giorno del solstizio d’inverno.

I due pianeti saranno ben visibili sul far della sera, piuttosto bassi, verso sud ovest, e vicinissimi tra loro, ovviamente nuvole permettendo. Ma quanto saranno vicini? Beh, la loro separazione angolare sarà di appena un decimo di grado: per dare un termine di paragone, la distanza tra loro sarà appena un quinto del diametro apparente della Luna piena.

Non abbiate però timore di possibili scontri celesti! Le congiunzioni sono un semplice fenomeno di prospettiva. Giove e Saturno saranno sì allineati con la Terra, ma saranno rispettivamente distanti da noi 886 milioni di chilometri e ben 1,619 miliardi di chilometri.

La congiunzione del 21 dicembre sarà la più ravvicinata tra i due pianeti addirittura dal 1623 e per poter godere di uno spettacolo simile bisognerà aspettare quasi 60 anni, fino al 15 marzo del 2080. Un evento da non perdere quindi, che potremo gustarci anche solo alzando gli occhi al cielo.

Ma oltre a questo affascinante evento,  il cielo di dicembre ha ancora molto altro da offrirci. Se siete curiosi di saperne di più, guardate il video che, come di consueto, abbiamo preparato per voi: