IL CIELO DEL MESE DI SETTEMBRE

Un piccolo, grande gioiello nel Sagittario

Gli astronomi la chiamano affettuosamente Piccolo gioiello, e a guardarla bene, seppure con gli "occhi" del telescopio spaziale Hubble, è facile capire perché. Questa nebulosa planetaria è solo uno degli oggetti celesti che caratterizzano il cielo serale di questo mese. I consigli per osservarla, insieme a pianeti, costellazioni e ai principali fenomeni astronomici del mese di settembre

     01/09/2020
Social buttons need cookies

La nebulosa Ngc 6818, soprannominata “Piccolo gioiello” (Little Gem), ripresa dal telescopio spaziale Hubble. Crediti: Nasa/Esa/Hubble

Ngc 6818 è una nebulosa planetaria, ovvero una bolla di gas e polveri prodotta da una stella simile al Sole giunta alla fine del suo ciclo evolutivo. Situata a circa 6mila anni luce da noi, in direzione della costellazione del Sagittario, che si staglia nei cieli serali di settembre verso sud, Ngc 6818 è stata ribattezzata dagli astronomi “Piccolo gioiello”, e non è difficile capire il perché. L’immagine qui a fianco, ripresa dal telescopio spaziale Hubble, ci rivela spettacolari dettagli della nebulosa, che si estende per circa mezzo anno luce. Sono ben visibili brillanti strutture filamentose e differenti strati di materia, caratterizzati da una luminosa bolla interna circondata da una nube più tenue. Al centro di questa nebulosa si trova  il nucleo caldissimo della stella progenitrice, che emette poderosi venti che stanno facendo espandere la nebulosa e ne modellano la sua struttura.

Ma oltre a questa nebulosa,  il cielo di settembre ha ancora molto altro da offrirci. Se siete curiosi di saperne di più, guardate il video che, come di consueto, abbiamo preparato per voi: