È RIPARTITA LA RASSEGNA ESTIVA AL CASTELLO CARRARESE

A Padova l’astronomia dà spettacolo dal vivo

Appuntamenti fino a metà settembre, co-organizzati con l’Inaf di Padova. Il prossimo in calendario, mercoledì 29 luglio alle 21,30, è una serata di osservazioni virtuali del cielo. Sabato 22 agosto, invece, è la volta di “Astronomy Domine”: un tributo dei Wit Matrix ai Pink Floyd

     24/07/2020

29.07.2020, ore 21:30 - 22.08.2020, ore 21:15

Crediti: Castello Festival 2020

Dopo la grande abbuffata di eventi rigorosamente online dei mesi scorsi, ecco che anche per gli appassionati di astronomia – complici le calde serate estive – iniziano a riprendere incontri e spettacoli “in presenza”. A Padova, in particolare, sono tre gli appuntamenti a tema astronomico fra gli oltre trenta presenti nel programma della rassegna estiva Castello Festival 2020. Il primo in realtà è già passato, ed è stato un grande successo: parliamo di “Stéa. Le disavventure di un viaggiatore dello spaziotempo e della sua stella”, prima assoluta dello spettacolo teatrale di Andrea Pennacchi, prodotto dal Teatro Boxer/Pantakin insieme all’Inaf di Padova, presentato al pubblico giovedì 16.

Mercoledì 29 luglio alle 21:30 l’Inaf di Padova propone invece “Sotto i pianeti della Specola”: una speciale serata dedicata al cielo e all’osservazione della Luna, di Giove e di Saturno. Saranno presenti sul palco alcuni ricercatori che descriveranno le caratteristiche di questi affascinanti corpi planetari, accompagnati dalle immagini provenienti dai telescopi collocati per l’occasione in cima alla Specola, puntati in tempo reale sulla Luna e sui due pianeti giganti del Sistema solare, separati in cielo di pochissimi gradi, in una sorta di grande balletto cosmico. A causa delle stringenti misure di sicurezza contro il Covid19 non sarà possibile per il pubblico effettuare la visita agli spazi museali ma, grazie all’ausilio di una speciale telecamera indossata da un astronomo dell’Osservatorio, si potrà seguire la visita da remoto, attraverso le sale dove si custodiscono i telescopi e le carte celesti antiche, fintanto che il “ cameraman” raggiungerà il cielo stellato.

Sabato 22 agosto alle 21:15, infine, un’altra prima assoluta, questa volta musicale, sempre in collaborazione con l’Inaf di Padova: “Astronomy Domine”, tributo ai Pink Floyd dei Wit Matrix. Protagonista sarà l’astronomia nelle canzoni psichedeliche dei Pink Floyd interpretate dai Wit Matrix. Un’epoca che ha visto l’affermazione della tecnologia con il volo spaziale e l’ampliamento del cosmo sconosciuto, raccontata attraverso una selezione di brani che abbracciano scienza e psiche interiore. Dal “muro” del suono, o quello che ci costruiamo intorno a noi, dalla misura del tempo con gli astri o di quello percepito, dall’eclissi di Sole a quelle del cuore.

Per informazioni, prenotazioni e prevendite cliccare sui seguenti link: