CIUFFI DI LUCE HERBIG-HARO

Impronte visibili di una stella appena nata

Nebulose luminose che si formano quando i getti espulsi dalla stella appena nata collidono con il materiale circostante. L’immagine è del telescopio spaziale Hubble di Nasa ed Esa

Stelle appena nate nella nebulosa diffusa Ngc1333, una delle regioni di formazione stellare più vicine al Sistema solare. Crediti: Esa/Hubble & Nasa, K. Stapelfeldt

Il telescopio spaziale Hubble di Nasa ed Esa ha fotografato la prova schiacciante dell’avvenuta nascita una stella. Quella che gli americani nei polizieschi chiamano “pistola fumante” non è altro che l’insieme di 5 oggetti classificati come Herbig–Haro da 7 a 11 (o HH 7-11). Cosa sono? Si formano quando i getti espulsi dalle stelle appena nate collidono con il materiale circostante (gas e polvere), producendo piccole nebulose. Oggetti simili sono stati osservati in passato anche da Alma, Spitzer e dal Vlt.

La stella appena nata fotografata da Hubble si trova nella nebulosa diffusa Ngc 1333, nella costellazione di Perseo a un migliaio di anni luce dalla Terra. Gli oggetti Herbig-Haro 7-11 visibili in questa immagine (in blu nella parte alta) si sono formati quando i getti della stella nascente Svs 13 si sono scontrati con le nubi circostanti. Queste collisioni hanno creato i cinque brillanti “ciuffi” di luce all’interno della nebulosa Ngc 1333.

Gli oggetti Herbig-Haro sono transienti, il che vuol dire che sono osservabili per un periodo di tempo “molto breve” prima della loro scomparsa. Viaggiando a una velocità che arriva fino a circa 241 mila chilometri all’ora, questi “sbuffi” di luce scompaiono nel nulla in poche decine di migliaia di anni.