LOFT

LOFT (Large Observatory For x-ray Timing) è un satellite dedicato allo studio del comportamento e della natura della materia in condizioni fisiche estreme, quali quelle che si verificano all’interno delle stelle di neutroni o in prossimità dei buchi neri, dove ci si aspetta di osservare gli effetti previsti dalla teoria della relatività generale di Einstein. Il satellite osserverà i raggi X provenienti da oggetti collassati, galattici ed extragalattici, con i suoi quasi 20 m2 di rivelatori al Silicio, un’area di raccolta (e quindi una qualità statistica) circa 20 volte superiore al più grande esperimento di raggi X mai realizzato nello spazio. LOFT è stato presentato da una collaborazione di ricercatori dell’INAF, dell’INFN e di diverse università e politecnici italiani, con il supporto della Thales Alenia Space di Torino e della Fondazione Bruno Kessler di Trento. Allo stesso tempo il progetto coinvolge un’ampia ed importante partecipazione internazionale. La missione è una delle 4 candidate scelte dall’ESA per una fase di studio ed approfondimento nell’ambito dell’ultimo bando “Cosmic Vision – M3” per missioni di “medie dimensioni”. L’Agenzia Spaziale Italiana ha finanziato nel 2009 uno studio di fattibilità preliminare della missione LOFT attraverso il Contratto Alte Energie ASI-INAF. Per saperne di più: Vai al sito del progetto

Articoli relativi a LOFT:

  1. Il magnetar non accelera, anzi frena [29/05/2013]
  2. RXTE, un addio in grande stile [11/01/2012]
  3. X-Facility, 15 metri quadri di alta energia [13/05/2011]
  4. Un tagliando per lo spazio [06/05/2011]
  5. Raggi X senza segreti [22/03/2011]
  6. L’ESA sceglie la Classe Media [25/02/2011]