DURANTE LA VISITA UFFICIALE IN ITALIA E VATICANO

Il Governatore Generale d’Australia visita l’Inaf

Una splendida giornata ha fatto da cornice alla visita di Sir Peter Cosgrove, accompagnato dalla moglie, l'Ambasciatore australiano in Italia, Greg French. La delegazione ufficiale ha ha incontrato il Presidente dell'Inaf, il Nichi D'Amico, e il suo staff. Il Governatore Generale ha detto: «L'Australia e l'Italia sono partner nella ricerca di una maggiore conoscenza del nostro universo. È stato meraviglioso ascoltare come il lavoro dell’Inaf, in collaborazione con scienziati e ricercatori australiani, contribuirà a ottenere importanti scoperte scientifiche»

27.06.2018

Da destra: il presidente dell’Inaf Nichi D’Amico, sua Eccellenza il Governatore Generale del Commonwealth d’Australia, Sir Peter Cosgrove e sua moglie, Lady Cosgrove. Crediti: S. Parisini/Media Inaf

Sua Eccellenza il Governatore Generale del Commonwealth d’Australia, Sir Peter Cosgrove, e sua moglie, Lady Cosgrove, hanno visitato oggi la sede dell’Inaf, l’Istituto nazionale di astrofisica. Nel quadro della visita ufficiale in Italia e presso la Santa Sede, il Governatore Generale ha incontrato anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, Papa Francesco e imprenditori italiani e australiani.

Il Governatore Generale e Lady Cosgrove, insieme all’Ambasciatore australiano in Italia, il Dr Greg French, hanno incontrato il Presidente dell’Inaf, il Professor Nichi D’Amico, e il suo staff, che ha spiegato il ruolo dell’Inaf e ha evidenziato gli stretti legami tra gli astrofisici dei due Paesi che lavorano insieme su sfide globali per sviluppare infrastrutture di ricerca di livello mondiale. Tali progetti includono lo Square Kilometre Array, il più grande radiotelescopio al mondo il cui array a bassa frequenza sarà dislocato nell’Australia occidentale, dove l’Inaf intende concentrare una parte consistente del proprio coinvolgimento nel progetto.

«È un grande onore per la comunità astronomica italiana essere visitata da Sua Eccellenza il Governatore Generale», ha detto Nichi D’Amico. «Questa visita è un segno delle strette relazioni tra l’Australia e l’Europa e il ruolo speciale che l’Italia svolge in questo rapporto».

Il Governatore Generale e la signora Cosgrove sono rimasti affascinati da Villa Mellini, l’edificio storico che ospita la sede dell’Inaf, e dall’esposizione unica di antichi strumenti astronomici, nonché dalle prospettive di ricerca fornite dalle infrastrutture di prossima generazione che osserveranno l’universo, come Ska, Elt e Cta. Questi progetti aumenteranno la conoscenza dell’universo e rafforzeranno le relazioni tra gli scienziati australiani e l’Inaf, un attore globale nella ricerca astronomica e astrofisica.

Durante la visita, il Governatore Generale ha detto: «L’Australia e l’Italia sono partner nella ricerca di una maggiore conoscenza del nostro universo. È stato meraviglioso ascoltare come il lavoro dell’Inaf, in collaborazione con scienziati e ricercatori australiani, contribuirà a ottenere importanti scoperte scientifiche».