TORNANO LE NOTTI D’ESTATE AD ARCETRI

Scienza, arte e musica al Teatro del Cielo

Dal 12 giugno al 26 luglio, con un’ultima serata il 4 settembre, quindici serate aperte al pubblico, tra astronomia, arte, cinema, teatro e musica sono in programma presso la sede fiorentina dell’Istituto nazionale di astrofisica

Dal 12.06.2018 al 26.07.2018

Il teatro del Cielo, presso l’Osservatorio astrofisico di Arcetri dell’Inaf

Uno degli obiettivi della comunicazione della scienza è far percepire al pubblico la dimensione internazionale e altamente competitiva della scienza stessa. Allo stesso tempo, la ricerca scientifica è una  componente fondamentale della società civile, e in tutto e per tutto appartiene ai cittadini.  Questo è lo spirito con il quale il pubblico delle Notti d’Estate ad Arcetri “sale” sul colle fiorentino per assistere a spettacoli e conferenze nel Teatro del Cielo, seguiti dalle osservazioni con i telescopi didattici in compagnia degli astronomi dell’Osservatorio astrofisico di Arcetri (Oaa) dell’Istituto nazionale di astrofisica. Anche quest’anno la cena-aperitivo è preparata da I Ragazzi di Sipario, storica cooperativa onlus attiva a Firenze dal 2007, nata con la mission di offrire opportunità di lavoro a persone con disabilità intellettiva o in situazione di fragilità, e favorirne l’inclusione sociale attraverso il lavoro. Tra le tante novità, la collaborazione con il Liceo artistico di Porta Romana per la preparazione dei manifesti delle Notti, che hanno sempre di più il carattere di un vero e proprio festival della scienza.

Le serate di quest’anno sono quindici, in programma tutti i martedì e giovedì dal 12 giugno al 26 luglio, con un’ultima serata il 4 settembre. Nella prima serata saranno Nicoletta Sanna, Andrea Tozzi, Gloria Andreuzzi e Lapo Casetti, questi ultimi collegati in diretta dal Telescopio nazionale Galileo alle Canarie, a raccontare come si svolge l’attività scientifica in un osservatorio, dalla progettazione, all’utilizzo di uno strumento, fino alla raccolta dei dati scientifici. Si prosegue con la straordinaria serata del 14 giugno, con Giovanni Losurdo (responsabile di Advanced Virgo) e Marica Branchesi, che ci racconteranno la recente rivoluzione che, con il rilevamento delle onde gravitazionali, ci ha portato direttamente nell’era dell’astronomia multimessenger.

Il 21 giugno si parla di campi magnetici e del loro ruolo nella nascita e nella vita delle stelle, con Francesca Bacciotti e Gianna Cauzzi, dell’Osservatorio di Arcetri. Il 26 giugno si parla invece di Sole con due astronomi dell’Università di Firenze, Andrea Verdini e Marco Romoli, sia dal punto di vista teorico che osservativo.  Il 28 giugno due giovani ricercatori, Giovanni Cresci di Oaa e Marcella Brusa dell’Università di Bologna, parlano di oggetti extragalattici, in particolare die mostruosi buchi neri che vivono al centro delle galassie e ne condizionano fortemente l’evoluzione. Il 5 luglio con altri due giovani ricercatori del nostro osservatorio, Marco Padovani e Victor Rivilla, si parla di raggi cosmici, ma attraverso gli occhi di un bambino che poi non è altro che l’astronomo stesso con la sua capacità di meravigliarsi sempre del proprio lavoro. 17 luglio, si parla di storia dell’astronomia: l’astronomo dell’Osservatorio Sperello di Serego Alighieri, e il professor Piero Rosati dell’Università di Ferrara, ci raccontano la diatriba intorno ad una misura fondamentale della cosmologia, quella del parametro di Hubble, fino a portarci alle più recenti misure di questo valore di cui sono stati protagonisti. Il 19 luglio, si parla invece di astrochimica, in particolare dei mattoni fondamentali della vita, con Claudio Codella (Oaa) e la nostra prestigiosa ospite Cecilia Ceccarelli (Ipag).  La parte centrale delle Notti si conclude il 26 luglio con Guido Risaliti, professore dell’Università di Firenze, e la cosmologia osservativa.

 Tra gli eventi speciali, “Vita su Marte”, riedizione del terzo spettacolo della serie “Visione Notturna” creata da Lapo Casetti, Antonella Gasperini e Paolo Tozzi, con John Brucato e gli attori del Teatro del Mantice, dedicata a Marte in occasione dell’opposizione del pianeta rosso. Sarà dedicata ai bambini invece la serata del 3 luglio, un laboratorio su astronomia e arte contemporanea con l’artista e illustratore Fausti Gilberti che presenta il famoso blu Klein”. La serata conclusiva del 4 settembre è organizzata nell’ambito dell’attività di comunicazione di un progetto scientifico legato al radio telescopio Ska, e che vedrà protagonista insieme a Claudio Codella, Daria Dall’Olio, giovane astronoma esperta di Manga.

Non manca la grande musica, grazie ai due concerti che Music Pool porta ad Arcetri il 19 giugno e il 24 luglio, con nomi di primissimo piano del jazz italiano come il duo Guidi Bearzatti e il trio composto da Stefano Maurizi, Luciano Biondini e Mirco Mariottini. Imperdibile la serata del 10 luglio con gli Ottoni del Maggio Fiorentino diretti da Giampaolo Lazzeri.

Il programma completo è su nottidestate.amicidiarcetri.it.