SCRITTO DALLA REDAZIONE DI DONNA MODERNA

Cento donne che hanno fatto cose eccezionali

S’intitola ”Donne come noi. Cento storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali” e sarà in libreria da domani, martedì 6 marzo, per la collana Storie e Personaggi della Sperling & Kupfer. Coraggio, forza e capacità di cambiare il mondo nella testimonianza di cento donne contemporanee, fra le quali l’astrofisica Patrizia Caraveo

06.03.2018

Donne come noi. Cento donne che ispirano le donne, Sperling & Kupfer, 17,90 €, in libreria dal 6 marzo 2018

Le donne, le loro storie e il loro successi in una fase storica dove trovare un modello a cui ispirarsi è più convincente di qualsiasi slogan o dichiarazione. Questo il cuore del progetto editoriale di Donne come noi. Cento storie di italiane che hanno fatto cose eccezionali, frutto di una collaborazione tra Sperling & Kupfer e Donna Moderna, il magazine del gruppo Mondadori diretto da Annalisa Monfreda. Una trama di grande impatto racchiusa in 238 pagine e disponibile anche in e-book, a testimonianza di come le  donne siano riuscite a ridisegnare gli equilibri della società in una direzione più paritaria.

Storie di donne intervistate da 34 giornalisti di Donna Moderna che hanno contribuito ad abbattere gli stereotipi di genere con le loro scelte e con le loro azioni. Racconti forti ed emozionanti che attraverso conquiste e successi ispirano le donne a continuare la loro rivoluzione in famiglia, nel mondo del lavoro, nella società. Tra le cento, oltre alla pugile Irma Testa alla fisica Fabiola Gianotti, la restauratrice dell’Ultima cena Pinin Brambilla Barcilon, la manager dei rapper Paola Zukar, c’è anche Patrizia Caraveo, scienziata dell’Istituto nazionale di astrofisica, intervistata da Emanuela Zuccalà.

«Quello che manca spesso alle ragazze è un modello al quale ispirarsi. Lo scopo di questa raccolta di interviste», dice Caraveo a Media Inaf, «è quello di fornire modelli/e di ruolo nelle più svariate attività. Imprenditrici, artiste, insegnanti, scienziate, medici, musiciste, manager, chef, volontarie nel sociale, sportive conosciute o meno conosciute dal grande pubblico. Donne che hanno lottato per realizzare un loro progetto o un sogno in cui credono profondamente. Questo non significa che la strada per la parità dei diritti sia in discesa. Parlare di donne che hanno avuto successo lancia un messaggio sicuramente positivo, ma non dobbiamo dimenticare che la disparità salariale tra uomini e donne nel 2017 è tornata a crescere, come certifica la ricerca del World Economic Forum. Se il mondo piange, l’Italia non ride! Nella classifica del World Economic Forum che quantifica la parità di genere nelle nazioni l’Italia, negli ultimi due anni, il nostro paese è scivolato dal 41esimo all’82esimo posto. Un dato sul quale la nostra classe politica dovrebbe fare una riflessione per proporre soluzioni, magari seguendo l’esempio della Finlandia che ha imposto, per legge, la parità di salario tra uomini e donne».

Donne come noi” è anche il titolo di uno spettacolo teatrale, prodotto da Donna Moderna in collaborazione con il Teatro Franco Parenti, che girerà l’Italia a partire dal 17 aprile prossimo. Protagonista la cantante e attrice Tosca, che insieme ad altre quattro artiste – Giovanna Famulari al violoncello, pianoforte e voce, Maria Chiara Augenti, Eleonora De Luca, Rita Ferraro e Fabia Salvucci – darà vita alle “storie cantante” delle donne del libro, ma anche alle giornaliste che le hanno incontrate, le sorelle, le amiche, le insegnanti. Giulia Minoli ed Emanuela Giordano lo hanno immaginato come un dialogo fra donne sui temi, realtà e desideri, che più le toccano da vicino. L’ironia fa da sottile contrappunto a tutte le storie, anche le più drammatiche. Qui il calendario degli incontri per la presentazione del libro in molte città italiane e informazioni sullo spettacolo.