IL CIELO DI GENNAIO

Urca, vedo due superlune!

Inizio d'anno con la luna protagonista. Per ben due volte in questo mese sarà prossima al perigeo in concomitanza della sua fase di massima illuminazione, apparendo un po' più luminosa e grande del solito. Ma occhio anche alla congiunzione tra Giove e Marte

Un confronto tra le dimensioni apparenti della Luna piena al perigeo, ovvero alla minima distanza dalla Terra ( a sinistra, chiamata anche “superluna”) e all’apogeo, la massima distanza dal nostro pianeta. Crediti: NASA

Quello di gennaio è un mese che vede ancora una volta la Luna protagonista. Nella notte tra il primo e il 2 il nostro satellite raggiunge il perigeo, ovvero la minima distanza dalla Terra, arrivando a poco più di 356 mila chilometri da noi. Poche ore dopo, raggiunge la sua fase di massima illuminazione. Questa combinazione di fattori la rende “superluna”. Possiamo osservarla anche nella notte tra il 2 e il 3 gennaio, nuvole permettendo. Rispetto a una Luna piena “media” sarà leggermente più brillante e grande, anche se apprezzare queste piccole variazioni di luminosità e dimensioni apparenti ad occhio nudo è difficilissimo.

Segniamo in agenda anche il 31 gennaio. In quella serata la luna sarà ancora piena e abbastanza vicina al perigeo, anche se non come quella d’inizio anno. Sarà quindi un’altra superluna, ma un po’ meno super.

Ma a caratterizzare il cielo d’inizio anno ci saranno altri interessanti fenomeni celesti, come una congiunzione tra Giove e Marte. Siete curiosi di sapere dove e quando? Allora non vi resta che guardare il video che abbiamo preparato, come di consueto, per voi.