SCONTRO A 4 MILIARDI DI ANNI LUCE

Collisione galattica nell’ammasso di Pandora

I ricercatori hanno utilizzato il Karl G. Jansky Very Large Array, il Chandra X-ray observatory, il telescopio Subaru e il Very Large Telescope. Cosa ha scatenato l'incidente tra galassie?

L’ammasso di Pandora (conosciuto tecnicamente come Abell 2744) è letteralmente un immenso laboratorio cosmico a 4 miliardi di anni luce dalla Terra che i ricercatori sfruttano per studiare i processi di formazione stellare e l’interazione prodotta dallo scontro tra differenti tipi di materia. È anche il risultato di un drammatico ed esplosivo scontro galattico: nelle immagini qui sotto vedete, infatti, la gigante collisione che ha coinvolto per 350 milioni di anni quattro grossi agglomerati di galassie (centinaia e centinaia) e che ha portato alla creazione di questa immensa regione.

I dati nel radio, nell’X e nell’ottico di Abell 2744.
Crediti: Pearce et al.; Bill Saxton, Nrao/Aui/Nsf; Chandra; Subaru; Eso

Lo scontro galattico ha prodotto onde d’urto generando uno spettacolo pirotecnico di emissioni “visibili” nel radio (il colore rosso e arancione) e nell’ottico. Al centro dell’ immagine, il viola indica i raggi X causati dal riscaldamento del materiale presente sulla “scena del crimine”.

Le osservazioni in radio sono state effettuate con Karl G. Jansky Very Large Array (Vla) e hanno rivelato regioni precedentemente rimaste nascoste. I dati sono stati poi combinati con le osservazioni effettuate dal Chandra X-ray observatory. Nell’ottico (luce visibile), il cluster Abell 2744 è stato osservato dal telescopio Subaru e dal Very Large Telescope (Vlt).

Le diverse campagne osservative realizzate negli ultimi anni servono agli astronomi per studiare la tempistica di questo “incidente” galattico e le forze misteriose che hanno portato all’energetico scontro.

Per saperne di più: