IL CIELO DI NOVEMBRE

Le magnifiche cento di Perseo

Sono circa cento le stelle che costituiscono l'ammasso aperto M34, ben alto nel cielo di questo mese. I consigli per osservarlo, insieme ai fenomeni celesti più interessati previsti a novembre

L’ammasso stellare aperto M34, che si trova in direzione della costellazione di Perseo e contiene circa 100 astri. Crediti: Bob Franke

Se avete una vista d’aquila e un cielo perfettamente limpido, lontano da luci artificiali, potreste riuscire a scorgerlo anche a occhio nudo. Stiamo parlando di Messier 34, o M34 in breve: un ammasso stellare aperto, che si trova molto alto in cielo nelle sere di novembre in direzione della costellazione di Perseo, in prossimità dello Zenit. Già con un buon binocolo si cominciano a individuare alcune delle sue circa cento stelle. Il primo a scoprire questo ammasso fu Giovan Battista Odierna nel 1654. L’astronomo Charles Messier lo incluse nel suo celebre catalogo poco più di un secolo dopo, nel 1764. Di M34 oggi sappiamo che si trova a circa 1400 anni luce da noi, ha un’età di circa 190 milioni di anni e le stelle che lo compongono sono confinate in un volume di una sfera dal raggio di 15 anni luce.

Ma nel cielo serale di novembre c’è molto altro ad ammirare. Siete curiosi di sapere cosa? Allora vi basta guardare il servizio qui sotto che, come ogni mese, abbiamo preparato per voi.