DA VENERDÌ 22 A DOMENICA 24 SETTEMBRE 2017

A Saint-Barthélemy è tempo di Star party

È la festa dell’astronomia più antica d’Italia. Ricercatori scientifici, astrofili, astrofotografi, costruttori e rivenditori di strumenti, comunicatori della scienza, astroartisti, appassionati e curiosi si incontrano, si scambiano idee, fanno progetti nuovi.

Dal 22.09.2017 al 24.09.2017

La locandina dell’evento

La Fondazione Clément Fillietroz-Onlus, che gestisce l’Osservatorio astronomico della Regioneautonoma Valle d’Aosta e il Planetario di Lignan, strutture vincitrici del Certificato di eccellenza 2017 di TripAdvisor, organizza da venerdì 22 a domenica 24 settembre 2017 il 26esimo Star Party a Saint-Barthélemy, la festa dell’astronomia più antica d’Italia. Ricercatori scientifici, astrofili, astrofotografi, costruttori e rivenditori di strumenti, comunicatori della scienza, astroartisti, appassionati e curiosi si incontrano, si scambiano idee, fanno progetti nuovi.

Sarà il primo Star Party da dieci anni a questa parte senza il prof. Enzo Bertolini, direttore della Fondazione Clément Fillietroz-Onlus dal 2006 al 2016, scomparso lo scorso 30 giugno a 85 anni. La manifestazione è dedicata alla sua memoria con l’hashtag #GrazieEnzo.

La kermesse comincerà venerdì 22 settembre al pomeriggio (l’equinozio d’autunno si verificherà quella sera alle ore 22.02 dei nostri orologi) per concludersi domenica 24 settembre all’ora di pranzo. Il programma comprende prima di tutto le osservazioni notturne, nelle aree libere e in quelle attrezzate. Nelle notti tra venerdì e sabato e tra sabato e domenica, infatti, l’amministrazione comunale di Nus opera il completo spegnimento dell’illuminazione pubblica delle frazioni del comprensorio montano. Il cielo di Saint-Barthélemy, già tra i siti con meno inquinamento luminoso dell’Italia settentrionale, diventa così ancora più buio, approfittando anche della fase lunare favorevole (sottile falce di Luna crescente).

Le osservazioni sono affiancate dalle visite guidate in Osservatorio astronomico, le proiezioni in Planetario e in particolare il quarto Astronomical Science & Technology Expo, la fiera nazionale dell’astronomia. Nella mattinata di sabato 23 settembre le festose note della banda musicale “La Lyretta” di Nus sanciranno l’inaugurazione ufficiale dello Star party da parte delle autorità. Dopodiché l’Expo ospiterà seminari scientifici divulgativi, tra i quali segnaliamo la presentazione alla cittadinanza del progetto Exo/Eco e un intervento dedicato ai 25 anni dalla scoperta del primo esopianeta: non il famoso 51 Pegasi b, individuato nel 1995, bensì i bizzarri pianeti della pulsar Psr1257+12, scoperti nel 1992 con il radiotelescopio di Arecibo, per poi giungere alle ultime scoperte della sonda Kepler della Nasa.

L’Expo accoglierà soprattutto gli stand dei più importanti produttori e rivenditori attivi in Italia nel campo della strumentazione astronomica di qualità, amatoriale e professionale. Proprio le ditte illustreranno al pubblico le ultime novità del settore nell’ormai tradizionale workshop nel pomeriggio di sabato, proponendo alla sera anche prove pratiche sotto le stelle.

Lo Star party vero e proprio sarà anticipato mercoledì 20 e giovedì 21 settembre 2017 da divertenti laboratori per bambini e famiglie, organizzati alla Cittadella dei giovani di Aosta. I giovani partecipanti costruiranno assieme ai ricercatori dell’Osservatorio Astronomico semplici modelli di sonde e razzi, con materiali di uso quotidiano e… tanta fantasia. La manifestazione celebra i 60 anni dall’inizio dell’era spaziale, con la messa in orbita dello Sputnik 1 nel 1957.

Per ulteriori informazioni

  • Segreteria della Fondazione Clément Fillietroz-Onlus
    Telefono 0165770050, nei seguenti orari: lunedì-venerdì non festivi ore 9.30-12.30 e 14.00-16.00
    e-mail info@oavda.it ― sito web www.oavda.it ― sito web www.starparty.it

Guarda su MediaInaf Tv l’intervista al direttore dell’Osservatorio: