IL CIELO DI GIUGNO

Saturno, il re delle notti d’estate

Il pianeta dagli anelli è protagonista del cielo di giugno: sarà in opposizione al Sole il 15 e ci accompagnerà nel suo corso nelle sere e nelle notti di questo mese, che apre le porte alla stagione estiva. I consigli per osservarlo, insieme agli altri oggetti celesti e ai fenomeni visibili in Italia

Una vista in colori naturali della luna Titano di fronte a Giove ottenuta dalla sonda Cassini. Crediti: NASA/JPL-Caltech/SSI

Se cercate un protagonista del cielo serale di giugno, la risposta è semplice e immediata: Saturno. Il 15 del mese si verificherà infatti l’opposizione del pianeta dagli anelli rispetto al Sole. Saturno sarà quindi osservabile per tutta la notte, al massimo della sua luminosità nel corso di tutto quest’anno. In più, si troverà alla minima distanza dalla Terra, ovvero 1,35 miliardi di chilometri. Osservare ad occhio nudo Saturno in questo mese è davvero facile, avendo a disposizione un cielo sereno e un orizzonte sufficientemente libero da ostacoli. Si può individuare il brillante pianeta già dall’imbrunire, basso sull’orizzonte in direzione sud est, per vederlo salire progressivamente nel cielo fino a culminare a sud in piena notte e poi tramontare verso sud ovest nel chiarore dell’alba.

Ma oltre a Saturno, il cielo serale di giugno ci riserverà altre meraviglie celesti facili da osservare. Se siete curiosi di saperne di più non vi resta che guardare il video del cielo del mese, che come sempre abbiamo preparato per voi.