X

DA LUNEDÌ 24 A VENERDÌ 28 LUGLIO 2017

In Valle d’Aosta a scuola d’astronomia

Il titolo della tradizionale scuola estiva a Saint-Barthélemy è “Questo sorprendente Sistema solare”. Agli interventi tenuti dai fisici dell’Osservatorio della Val d'Aosta si aggiungono, quest’anno, quelli di relatori provenienti da altri istituti di ricerca italiani, fra i quali l’Inaf

Dal 24.07.2017 al 28.07.2017

Da lunedì 24 a venerdì 28 luglio 2017 si terrà a Lignan, frazione del Comune di Nus (Aosta), la tradizionale Scuola estiva di astronomia a Saint-Barthélemy, organizzata dalla Fondazione Clément Fillietroz-Onlus, che gestisce l’Osservatorio astronomico della Regione autonoma Valle d’Aosta e il Planetario di Lignan. L’iniziativa è rivolta principalmente agli insegnanti e agli astrofili più esperti, ma è aperta a tutte le persone interessate ad approfondire le proprie conoscenze in ambito astronomico.

La 14esima edizione della Scuola estiva è organizzata in collaborazione con l’Università degli studi di Camerino (UniCam) nell’ambito della convenzione quadro tra l’università marchigiana e la Fondazione. La Scuola estiva 2017 ha ottenuto anche i patrocini ufficiali dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) e dell’Agenzia spaziale italiana (Asi).

Grazie alla collaborazione con UniCam, l’iniziativa presenta due importanti novità. Gli iscritti che ne hanno diritto potranno ottenere il riconoscimento della propria partecipazione come attività formativa. Il numero di crediti riconoscibili varia a seconda della categoria di appartenenza – studenti di scuola secondaria di 2° grado, studenti universitari, docenti scolastici – e delle ore di frequenza effettivamente svolte. Inoltre i docenti scolastici potranno utilizzare per la quota di iscrizione i 500 euro per l’aggiornamento e la formazione, con modalità attualmente in via di definizione.

Il programma prevede 37 ore complessive di attività, suddivise in 23 ore di lezioni teoriche, 9 ore di applicazioni didattiche rivolta a differenti target (dalla scuola primaria alla scuola secondaria di 2° grado), 5 ore di attività pratiche al telescopio.

Il titolo della Scuola estiva 2017 è Questo sorprendente Sistema Solare. Agli interventi tradizionalmente tenuti dai fisici dell’OAVdA, si aggiungono quelli di relatori provenienti da importanti istituti di ricerca italiani.

Giovanni Valsecchi, ricercatore all’Inaf-Istituto di astrofisica e planetologia spaziali di Roma, uno dei massimi esperti mondiali di meccanica celeste, illustrerà come gli studiosi determinano le orbite degli asteroidi e ne calcolano la probabilità di collisione con la Terra. Inoltre spiegherà perché gli studiosi ritengono che nel Sistema Solare possa esistere un pianeta non ancora individuato oltre l’orbita di Plutone, il misterioso Planet Nine.

Gabriele Giuli, ricercatore dell’Università degli studi di Camerino e membro del gruppo di lavoro UniCamEarth per la didattica delle Scienze della Terra, racconterà le sue ricerche di meteoriti in Antartide e i suoi studi di crateri da impatto sulla superficie terrestre, evidenziando perché i meteoriti siano una fonte insostituibile di informazioni anche su composizione e struttura interna del nostro pianeta.

Alessandro Blasetti, responsabile del Museo delle scienze dell’Università degli studi di Camerino, che insieme all’Orto botanico “Carmela Cortini” costituisce il Sistema Museale d’ateneo, in collegamento in remoto dalle Marche mostrerà come le avventure nello spazio dei supereroi dei fumetti possano dare uno spunto divertente per approfondire la reale natura degli oggetti celesti.

Un relatore dell’Asi da definire illustrerà l’importante contributo che scienza e tecnologia del nostro paese hanno dato e continuano a dare alle grandi imprese spaziali dei nostri giorni, come l’esplorazione del Sistema solare e le missioni sulla Stazione spaziale internazionale. L’Asi mette a disposizione anche un esclusivo kit didattico con schede e dvd dedicato allo studio della Terra dai satelliti in orbita (fino a esaurimento delle scorte disponibili).

Condizioni meteorologiche permettendo, alcune serate saranno dedicate all’osservazione del cielo sia dal punto di vista scientifico, usando il telescopio principale per lo studio dei Nea, sia dal punto di vista divulgativo con i sette telescopi da 25 cm della terrazza didattica.

Per l’accoglienza i partecipanti possono rivolgersi all’ostello per la gioventù di Lignan, all’hotel ristorante bar Cunéy, alla locanda “La Barma”, all’osteria del Passet e al rifugio Magià. Queste strutture sono indipendenti dall’organizzazione della scuola estiva 2017: i partecipanti sono invitati a contattarle autonomamente.

Vi aspettiamo numerosi alla Scuola estiva di astronomia a Saint-Barthélemy!

Costi di iscrizione:

Le spese di viaggio, vitto, alloggio, cena sociale sono a carico dei partecipanti. L’attivazione della scuola estiva 2017 è subordinata al raggiungimento del numero minimo di 10 iscritti.

Per la partecipazione è richiesta la compilazione della scheda di iscrizione, scaricabile dal sito web www.oavda.it. Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria della Fondazione Clément Fillietroz-Onlus (al numero 0165770050, lunedì-venerdì non festivi ore 9.30-12.30 e 14.00-16.00, o scrivendo a info@oavda.it).

Per ulteriori informazioni

 

Categories AstronomiaEduInafEventiNewsOutreach
Tags ASIAstrofiliIAPS RomaINAFOsservazioni ai telescopiPer le scuoleValle D'Aosta
Redazione Media Inaf: