SERATA PER COPPIE ALL’OSSERVATORIO DI NAPOLI

San Valentino fra atomi e stelle

My Bloody Valentine, s’intitolava una truculenta pellicola di qualche anno fa: San Valentino di sangue. Quello di domani s’annuncia, invece, piuttosto un San Valentino di scienza. Ecco le proposte di Symmetry Magazine e dell’Osservatorio astronomico di Capodimonte dell’Inaf per una Festa degli innamorati diversa dal solito

14.02.2017, ore 18:00

Tre degli haiku pubblicati sul sito di Symmetry Magazine

«A strong force binds us: / electromagnetic love. / You’re fundamental». Non è John Donne, non è James Maxwell e non è nemmeno Robbie Williams. Sono alcuni dei versi pubblicati su Symmetry Magazine dalla redazione della mitica rivista di fisica delle particelle statunitense per invitare lettrici e lettori a raccogliere la sfida di San Valentino, il Physics love poem challenge: comporre haiku d’amore che abbiano a che fare con la fisica. Le opere saranno pubblicate domani, 14 febbraio, sul sito della rivista. Se volete regalare una scatola di cioccolatini a qualche Sheldon Cooper di vostra conoscenza, ora sapete dove trovare ispirazione per bigliettini originali con i quali avvolgere i dolcetti.

Questo negli Usa, ma anche dalle nostre parti San Valentino si tinge di scienza. Succede a Napoli, dove per la Festa degli innamorati l’Osservatorio astronomico di Capodimonte dell’Inaf apre le porte alle coppie per una serata sotto le stelle. Una serata romantica già a partire dalla locandina, dove fa bella mostra uno fra i soggetti più passionali mai immortalati dal telescopio spaziale Hubble: l’incantevole Ic 1805, meglio nota come Nebulosa Cuore – e basta uno sguardo per capirne il motivo.

Dettaglio della locandina dell’evento di Capodimonte

Il programma della visita prevede anzitutto il tour guidato nel Museo degli strumenti astronomici e delle strutture presenti nel giardino dell’Osservatorio. Nell’auditorium sarà possibile assistere alla proiezione di video astronomici e alle conferenze di Massimo Della Valle, direttore dell’Osservatorio, Thomas Straus, fisico solare, e di Edgardo FIlippone, presidente onorario dell’Unione astrofili napoletani, che spaziando dalle costellazioni alla mitologia greca parlerà al pubblico di “Amore tra le stelle”. Al calar del sole, infine, tempo permettendo, avrà inizio la parte più romantica della serata, con osservazioni del cielo stellato, della Luna e, ovviamente, di Venere.

Aggiornamento: l’iniziativa sta piacendo al punto che, ci fanno sapere gli organizzatori, i 300 posti disponibili sono terminati nel giro di qualche ora. 

Per saperne di più: