UNA NUOVA IMMAGINE DAL TELESCOPIO HUBBLE

Batte forte il cuore della nebulosa del Granchio

Il telescopio spaziale di ESA e NASA cattura la radiazione della stella di neutroni al centro della nebulosa del Granchio e ci regala un primo piano mozzafiato sulla regione più nascosta di questo oggetto celeste, generato quasi mille anni fa da una esplosione di supernova

Il cuore della nebulosa del Granchio ripreso dal telescopio spaziale Hubble. Crediti: NASA ed ESA, J. Hester (ASU) e M. Weisskopf (NASA/MSFC)

Il cuore della nebulosa del Granchio ripreso dal telescopio spaziale Hubble. Crediti: NASA ed ESA, J. Hester (ASU) e M. Weisskopf (NASA/MSFC)

E’ una stella di neutroni quella che si trova al centro della nebulosa del Granchio. Resto densissimo di ciò che un tempo era una imponente stella, ruota 30 volte al secondo e ci invia, come un faro, lampi di energia con una regolarità eccezionale.

Questa stella di neutroni, un oggetto celeste che nel volume di una sfera di appena una decina di chilometri di diametro concentra una massa di quasi una volta e mezza quella del Sole, è il cuore battente della nebulosa del Granchio, ripreso in questa nuova spettacolare immagine dall’Hubble Space Telescope.

Lacerato e turbinoso è il movimento dei detriti circostanti, immortalati nel bagliore di filamenti e vortici di gas che fanno da cornice al cuore della nebulosa. Bello e violento il panorama del centro della nebulosa del Granchio, che dista da noi 6500 anni luce in direzione della costellazione del Toro. Il ciuffo luminoso di gas che attraversa la stella di neutroni disegna un anello avvolgente che si espande insieme al materiale circostante, composto da polveri e gas rilasciati dall’esplosione della supernova, che vanno a formare l’inconfondibile profilo della nebulosa.