NUMEROSE LE INIZIATIVE PER IL PUBBLICO

50 anni a osservar le stelle sull’Etna

Si apre domani sera, con i festeggiamenti presso la sede osservativa di Serra la Nave, il ciclo di conferenze aperte al pubblico su vari temi di attualità astronomica organizzato dall’INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania per celebrare i 50 anni dall’inaugurazione della sede etnea. In programma anche visite guidate

Dal 28.06.2016 al 15.07.2016

M. G. Fracastoro tiene il suo discorso per l'inaugurazione della sede di Serra La Nave il 28 giugno del 1966

M. G. Fracastoro tiene il suo discorso per l’inaugurazione della sede di Serra La Nave il 28 giugno del 1966

Cinquant’anni fa entrava in funzione la sede per osservazioni astronomiche di Serra La Nave sul monte Etna. La storia delle strutture osservative sul vulcano siciliano ha inizio ancor prima, nel 1876, quando l`astronomo Pietro Tacchini propose di onorare la memoria del compositore siciliano Vincenzo Bellini dedicandogli un osservatorio astronomico proprio sull’Etna. L’iniziativa fu accolta con grande entusiasmo e il progetto fu realizzato in soli 4 anni. L`Osservatorio “Vincenzo Bellini” era posto ai piedi del cratere sommitale dell’Etna, sul versante Sud, a quota 2941 m. Fu uno dei primi al mondo a essere costruito ad alta quota e rimase operativo fino al 1925. L’edificio, ormai abbandonato, fu infine distrutto da una colata lavica nel 1971. Negli anni ’60 del secolo scorso, grazie all’impegno del Prof. Mario Girolamo Fracastoro e dei suoi collaboratori, furono realizzate una nuova sede cittadina all’interno della Città Universitaria (1965), attrezzata per le ricerche di fisica solare, ed una nuova sede sull’Etna (1966), in contrada Serra La Nave (alla quota di 1725 metri) per le ricerche di fisica stellare.

Per celebrare i 50 anni dall’inaugurazione della sede etnea, si apre domani sera, con i festeggiamenti presso il sito di Serra la Nave il ciclo di conferenze aperte al pubblico su vari temi di attualità astronomica organizzato dall’INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania.

Questo il calendario degli incontri, tutti a ingresso libero:

Mercoledì 29 Giugno, ore 18:30
Centro Incontro Giovani “R. Livatino”
Via A. Musco 2/a – Nicolosi (CT)
“Pianeti di alte stelle: c’è vita altrove?”
Isabella Pagano
Ricercatore Astronomo, INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania

Venerdì 1 Luglio, ore 18:30
Museo Diocesano di Catania
Via Etnea, 8 – Catania
“L’uomo nello spazio: da Gagarin alla conquista di Marte”
Giuseppe Cutispoto
Astronomo Associato, INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania

Mercoledì 13 Luglio, ore 18:30
Piazza Rosario, Palazzo Virzi`- Bronte (CT)
“Nella scienza le rivoluzioni non finiscono mai…
2016 anno di ricorrenze storiche e di scoperte moderne”
Giuseppe Leto
Ricercatore Astronomo, INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania

Venerdì 15 Luglio, ore 18:00
Sala conferenza Palmento Arena – Ragalna (CT)
“Nuove frontiere della Radioastronomia”
Corrado Trigilio
Primo Ricercatore, INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania

Nelle prossime settimane verranno inoltre organizzate visite per il  pubblico, su prenotazione, presso la sede “M.G. Fracastoro” di Serra La Nave.

Per ulteriori informazioni sulle conferenze e sul programma di visite pubbliche: divulgazione@oact.inaf.it