IL CIELO DI APRILE

M48, l’ammasso stellare nell’Idra

L'ammasso stellare è visibile in queste sere con l'aiuto di un binocolo. Qui trovate i consigli per individuarlo ed osservarlo, tempo permettendo, insieme agli altri fenomeni celesti previsti ad aprile

L'ammasso stellare M48

L’ammasso stellare M48

Per osservarlo a occhio nudo in queste sere d’aprile ci vuole un cielo limpido e scuro, lontano da luci artificiali, oltre ovviamente a un’ottima vista. Ed anche così apparirà come una debole macchiolina luminosa. Per cominciare a percepire la vera natura di ammasso stellare di Messier 48, o M48 in breve, c’è però bisogno almeno di un buon binocolo: solo così si riusciranno a distinguere le stelle principali che lo compongono, che sono poco meno di un centinaio. M48, che si trova in direzione della costellazione dell’Idra, verso sud ovest, è un ammasso aperto distante da noi 1500 anni luce e con un diametro di circa 23 anni luce. È stato scoperto da Charles Messier nel 1771 anche se, per un suo errore nel riportare i dati della posizione, venne identificato come oggetto numero 48 del celebre catalogo solo nel 1934 grazie all’astronomo tedesco Oswald Thomas.

Ma oltre M48 il cielo di aprile ci offrirà, meteo permettendo, altri interessanti fenomeni, come le congiunzioni della luna con Giove, Marte e Saturno. Per saperne di più, non vi resta che guardare il video qui sotto.