DA LUNEDÌ 28 A GIOVEDÌ 31 MARZO

Radioastronomia protagonista su RAI Scuola

Il programma “Memex– La scienza raccontata dai protagonisti”, trasmesso da Rai Scuola, dedica un focus alla radioastronomia e spiega i traguardi raggiunti da questa branca della ricerca astrofisica. Le quattro puntate vedranno come conduttore in studio Nicolò D’Amico, presidente dell'INAF

Dal 28.03.2016 al 31.03.2016

Il programma “Memex– La scienza raccontata dai protagonisti”, trasmesso da Rai Scuola, dedica un focus alla radioastronomia e spiega i traguardi raggiunti da questa branca della ricerca astrofisica. Le quattro puntate dedicate, in onda dal 28 al 31 di marzo,  vedranno come conduttore in studio il presidente dell’INAF Nicolò D’Amico.

Il presidente INAF Nicolò D'Amico nello studio di Memex per parlare di radioastronomia. Le puntate realizzate saranno in onda dal 28 al 31 marzo

Il presidente INAF Nicolò D’Amico nello studio di Memex per parlare di radioastronomia. Le puntate realizzate saranno in onda dal 28 al 31 marzo

L’uomo ha sempre osservato il cielo, e lo ha fatto prima con gli occhi poi con strumenti ottici che potenziavano la sua vista. Ma a lungo l’uomo ha potuto vedere solo quello che esiste nella cosiddetta “banda del visibile”: la radiazione elettromagnetica percepibile dall’occhio umano. Eppure nel cosmo esistono una serie di fenomeni che irradiano energia su frequenze diverse da quelle visibile; con i giusti apparecchi è possibile descriverne le caratteristiche e studiarne le evoluzioni.

Andrea Possenti (in alto), direttore dell'INAF di Cagliari, parlerà delle pulsar. Stefano Borgani (in basso), direttore dell’INAF di Trieste, illustrerà le possibilità per lo studio dell’universo remoto che si apriranno grazie alla rete di radiotelescopi che costituirà SKA

Andrea Possenti (in alto), direttore dell’INAF di Cagliari, parlerà delle pulsar. Stefano Borgani (in basso), direttore dell’INAF di Trieste, illustrerà le possibilità per lo studio dell’universo remoto che si apriranno grazie alla rete di radiotelescopi che costituirà SKA

Per raccontare la nascita e l’evoluzione della radioastronomia le quattro puntate seguono un percorso che va dalla descrizione dei concetti fondamentali e delle prime scoperte per arrivare a mostrarci il presente e il futuro delle osservazioni da terra, con la descrizione del funzionamento di strumenti quali il Sardinia Radio Telescope e dello Square Kilometre Array.

Ad accompagnare nel corso delle puntate la narrazione del professor D’Amico ci saranno l’astrofisico Andrea Possenti, direttore dell’Osservatorio astronomico INAF di Cagliari, per parlare delle pulsar, e il cosmologo Stefano Borgani, direttore dell’Osservatorio astronomico INAF di Trieste, che illustrerà le possibilità per lo studio dell’universo profondo che potranno essere raggiunte grazie allo Square Kilometre Array.

“MEMEX – La scienza raccontata dai protagonisti”, è in onda da lunedì al venerdì alle 21.00 sul canale 146 del digitale terreste e 806 di Sky. MEMEX è visibile anche in diretta streaming e, dopo la messa in onda televisiva, on demand sul sito di RAI Scuola.

Fonte: Media INAF | Scritto da Francesca Aloisio