STORIE DI ERRORI PRIMA E DOPO GALILEO

A Catania è di scena “Balle di Scienza”

Dall'antichità ai giorni nostri, dagli abbagli medievali di maghi e alchimisti ai dubbi sull'allunaggio, passando per il fondamentale contributo di Galileo, padre del metodo della scienza moderna. Fino al 29 maggio, presso il complesso della Città della Scienza di Catania. Un’ottima idea per un week-end all'insegna della scienza

Dal 25.02.2016 al 29.05.2016

Uno scatto del percorso espositivo di "Balle di scienza", quello dedicato all'allunaggio.

Uno scatto del percorso espositivo di “Balle di scienza”, quello dedicato all’allunaggio.

Si chiama “Balle di Scienza” la mostra che potrete visitare fino al 29 maggio presso il complesso della Città della Scienza di Catania, a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, promossa  dall’Università degli Studi della cittadina etnea con il patrocinio del Comune e con il sostegno dell’Osservatorio Astrofisico INAF di Catania. Il percorso espositivo ci guida dall’antichità ai giorni nostri: dagli abbagli medievali di maghi e alchimisti ai dubbi sull’allunaggio, passando per il fondamentale contributo di Galileo, padre del metodo della scienza moderna. Un percorso che vuole farci comprende la scienza per quello che è: una ricerca costante, che quando approda a una grande scoperta allo stesso tempo apre nuove sfide e incappa in problemi nuovi, un percorso che non ha fine.

Si percorre, grazie alla multimedialità, la strada che l’uomo ha fatto per conoscere e interpretare l’Universo: grandi scoperte – fatte qualche volta anche per caso – che si intrecciano con clamorose sviste.

01c

Le tre sezioni che compongono l’esposizione raccontano le balle “Dagli antichi a Galileo”, gli “Errori utili dopo Galileo” e gli “Errori di grande successo”, tutte balle che, viste con lo sguardo di oggi, ci fanno sorridere. Ma che hanno comunque contribuito al progresso della scienza, perché se – come Galileo ci insegna – occorre procedere con sensate esperienze attraverso ipotesi, calcoli e confronto con i risultati degli esperimenti, va sottolineato che il metodo scientifico non ha insegnato agli scienziati a non sbagliare, quanto piuttosto ad accorgersi dei propri errori.

07Nel gioco della ricerca rientrano poi anche gli imprevisti di laboratorio che portano a scoperte inaspettate. In apparenza colpi di fortuna, capitati però non a caso a chi era pronto e stava con le antenne drizzate.

Insomma un’ottima idea per passare un week-end all’insegna della scienza. Per informazioni su prenotazioni e laboratori, potete visitare il sito web della mostra: www.ballediscienza-catania.it