CONCORSO FOTOGRAFICO FESTIVA ASTRONOMIA

Eclissi con volo

Silvana Viganò, fotografa (per passione) lombarda, è la vincitrice del contest Obiettivo universo organizzato nel programma del Primo Festival Nazionale dell’Astronomia, che si è svolto in Molise tra marzo e maggio 2015

Silvana Viganò, fotografa (per passione) lombarda, è la vincitrice del contest Obiettivo universo organizzato nel programma del Primo Festival Nazionale dell’Astronomia, che si è svolto in Molise tra marzo e maggio 2015.

A scegliere l’opera un grande fotografo Tony Vaccaro: titolo Eclissi con volo in cui Silvana Viganò cattura il passaggio di un aereo sullo sfondo dell’eclissi di sole del 20 marzo scorso.

Questa la motivazione della scelta «Lo scatto mostra un’ampia dimensione spaziale, con spirito e humor. E’ una grande composizione che è stata più fortunata delle altre opere. Questo è quello che vuol dire essere fotografi. Questo è quello che poi è la vita».

Le foto ha scelto la vincente il 92enne Tony Vaccaro sono state selezionate tra oltre 150 giunte non solo dall’Italia. In giuria la giornalista dell’ANSA Enrica Battifoglia, il responsabile dell’Ufficio comunicazione dell’Istituto nazionale di Astrofisica (INAF), Francesco Rea, il fotoreporter professionista campobassano Antonio Priston e l’ideatore del Festival dell’Astronomia Angelo Gargano. Il secondo posto assoluto al laziale Alessio Follieri, esperto di fotografia e cieli stellati, con lo scatto Luci e ombre, immagine realizzata con telescopio H-Alpha, che rivela le protuberanze del sole. Terza classificata Mara Bassino, piemontese che vive in Val d’Aosta, fotografa e grafica free lance. La sua è una composizione di stelle che in piena notte troneggiano sui picchi alpini di Bionaz (dove vive l’autrice): Il bello di vivere ad alta quota è quello di poter godere di un cielo così.

Menzione speciale a Simone Di Niro che, con l’opera Diagonali, primo classificato tra i molisani. La cerimonia di premiazione  si svolgerà nella prima settimana di luglio. Presente il consigliere regionale delegato alla Cultura, Nico Ioffredi. La Regione Molise ha, infatti, sostenuto il Festival così come il Comune di Campobasso. Le due istituzioni sono state ripagate dall’alta partecipazione, in particolare dall’afflusso di oltre diecimila studenti provenienti da diverse regioni.