LE SURVEY ASTRONOMICHE

A Napoli si esplora l’universo

Dal 25 al 28 di Novembre si terrà a Napoli, presso l’INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte (OAC), il congresso internazionale “The Universe of Digital Sky Surveys”

Dal 25.11.2014 al 28.11.2014

digitalDal 25 al 28 di Novembre si terrà a Napoli, presso l’INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte, il congresso internazionale The Universe of Digital Sky Surveys.

Organizzato congiuntamente dall’Osservatorio di Capodimonte con il Dipartimento di Fisica dell’Università Federico II di Napoli, il convegno ospiterà oltre un centinaio di astronomi e astrofisici provenienti da tutto il mondo per fare il punto sui grandi progetti di osservazione che, con telescopi e strumenti in tutte le bande elettromagnetiche, stanno cercando di dare risposte fondamentali riguardo la formazione della grandi strutture del Cosmo (dai sistemi planetari alle galassie ed in particolare la nostra Via Lattea, fino ai super-ammassi di galassie) e sulle sue componenti oscure, la Materia e l’Energia Oscura.

Un appuntamento estremamente importante che cade in un’epoca in cui si sta dando un notevole impulso alla realizzazione di strumentazione astronomica del futuro, dai telescopi di 40 metri, quali l’europeo E-ELT, ai nuovi telescopi spaziali come la missione euro-americana EUCLID che misurerà la geometria dell’Universo e darà informazioni fondamentali sull’Energia Oscura.

In questa corsa verso le grandi esplorazioni del Cosmo, l’Europa e l’Italia svolgono un ruolo primario. Al convegno parteciperanno rappresentanti dell’European Southern Observatory (ESO) che è l’organizzazione sovranazionale che gestisce i telescopi europei istallati in Cile tra cui il VLT Survey Telescope (VST), disegnato all’Osservatorio di Capodimonte e costruito in Italia con fondi ministeriali, INAF e della Regione Campania. Il congresso sarà l’occasione per discutere i primi risultati ottenuti dalle decine di gruppi che stanno facendo uso dei dati del VST in Italia e in Europa.

Parlando di futuro, sarà rimarchevole la presenza di oltre una dozzina di studenti di astrofisica delle principali Università campane che avranno la possibilità di ascoltare lo stato delle survey in corso e come vengono preparate le grandi survey dei prossimi decenni, che li vedranno protagonisti.

Il congresso sarà anche l’occasione per festeggiare i 70 anni di Massimo Capaccioli, già professore dell’Università Federico II ed ex-direttore dell’INAF-OAC, ideatore e responsabile scientifico del VST e Principal Investigator di uno dei programmi orientati allo studio della formazione delle galassie, argomento principale della sua attività scientifica internazionale.

Nella serata del 25 Novembre, presso l’Aula Magna del centro congressi dell’Università Federico II, il convegno ospiterà la conferenza pubblica del prof. Capaccioli che parlerà de il Regno delle Galassie in un viaggio tra le scoperte scientifiche che ci raccontano come sono fatti e come evolvono i sistemi stellari più grandi del Cosmo.

Una novità di questo congresso è il suo carattere social: sarà possibile, infatti, tramite la pagina Facebook dell’Osservatorio Astronomico, assistere in diretta ai lavori scientifici del convegno. Questa pratica, generalmente in uso per un pubblico di esperti, sarà resa disponibile a tutti. Un modo per aprire le stanze della ricerca al pubblico.

Pagina web conferenza http://astrofisica.na.infn.it/udsnaples/

Pagina Facebook OAC (streaming online) https://www.facebook.com/oacn.inaf

Pagina Youtube OAC https://www.youtube.com/user/OACNtv

Il trailer del congresso