VALANGHE SUL PIANETA ROSSO RIPRESE DA HIRISE

Book fotografico da Marte

Fenomeno geomorfologico uniche nel loro genere quelle riprese dal Mars Reconnaissance Orbiter: valanghe e dune ghiacciate che si sciolgono. E poi la Terra e la Luna viste da Curiosity dal Dingo Gap. Immagini imperdibili.

Sono sempre mozzafiato le foto inviate da Marte. Il suolo del Pianeta Rosso è al centro delle innumerevoli missioni della NASA e ogni giorno vengono pubblicate immagini che ritraggono, rocce, crateri e dune di sabbia. E, nonostante ormai abbiamo collezionato migliaia e migliaia di foto, non bisogna sottovalutarne nessuna, perché ogni volta si scopre un dettaglio diverso che ci fa conoscere meglio il quarto pianeta del Sistema solare.

Sbrinamento delle dune su Marte. Il risultato è la produzione di grandi calanchi. Crediti: NASA / JPL / University of Arizona

Sbrinamento delle dune su Marte. Il risultato è la produzione di grandi calanchi. Crediti: NASA / JPL / University of Arizona

Queste ultime immagini sono state realizzate nell’ambito dell’High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) montato a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter, lanciato nel 2005. Sono i close up più ravvicinati del suolo marziano che abbiamo mai visto.

Ripresa di una valanga su una ripida valle. Le chasmata sono formazioni tipice (tipo canyon) su pianeti come Venere e Marte, sui satelliti di Saturno Rea, Dione, Teti e Mimante e sui satelliti di Urano Oberon, Ariel e Titania. Crediti: NASA/JPL/University of Arizona

Ripresa di una valanga su una ripida valle. Le chasmata sono formazioni tipice (tipo canyon) su pianeti come Venere e Marte, sui satelliti di Saturno Rea, Dione, Teti e Mimante e sui satelliti di Urano Oberon, Ariel e Titania. Crediti: NASA/JPL/University of Arizona

Neve, polvere e vento sono i creatori di queste stupende formazioni rocciose.

Le dune nella regione Cerberus. Immagine non colorata e modificata. Credit: NASA/JPL/University of Arizona

Le dune nella regione Cerberus. Immagine non colorata e modificata. Credit: NASA/JPL/University of Arizona

Da Marte non ci arrivano, però, solo immagini del suolo rosso. I rover che stanno studiando il pianeta scattano anche foto della Terra e della Luna, come questa che vedete qui. Curiosity, su Marte dall’agosto del 2012, ha scattato questa immagine lo scorso 31 gennaio, giorno maziano (Sol) 529 Jan. 31, 2014, or Sol 529.

La Terra e la Luna viste da Curiosity su Marte. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS/TAMU

La Terra e la Luna viste da Curiosity su Marte. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS/TAMU

L'immagine della Terra è stata scattata da qui.

L’immagine della Terra è stata scattata da qui. Crediti: NASA/JPL-Caltech/Marco Di Lorenzo/Ken Kremer- kenkremer.com

La Terra brilla come il faro più brillante nel cielo nel crepuscolo marziano. La foto è stata scattata da una duna di sabbia nel Dingo Gap. La NASA ha detto: “Su Marte, un osservatore umano con una vista normale potrebbe facilmente vedere la Terra e la Luna come due distinte e luminose stelle della sera”.

Il cielo su Marte. Immagine non modificata. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Il cielo su Marte. Immagine non modificata. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS