I PRINCIPALI FENOMENI PREVISTI

Uno sguardo al cielo del 2014

Nessuna eclissi visibile dall'Italia quest'anno, un'assenza compensata però da altri interessanti fenomeni facilmente osservabili, meteo permettendo, che andranno in scena sul più bel palcoscenico di cui la Terra disponga: il cielo notturno.

galloway-forest-park-scozia-cielo-stellatoSiete curiosi di conoscere quali fenomeni celesti potremo osservare nel 2014 appena iniziato? Partiamo subito dal capitolo eclissi, che purtroppo per l’Italia sarà davvero misero. Nessuna delle quattro previste infatti , ovvero le due solari del 29 aprile e del 23 ottobre, né quelle lunari del 15 aprile e dell’8 ottobre saranno infatti visibili dal nostro Paese. L’INAF però seguirà l’eclissi lunare del 15 aprile con il team del progetto Gloria, che per l’occasione organizzerà una spedizione in Perù.

Per quanto riguarda gli altri fenomeni astronomici, in questi primi giorni di gennaio, in particolare il 3, lo sciame delle meteore Quadrantidi raggiunge il suo massimo. Intorno al 10 potrebbe invece verificarsi una nuova serie di meteore, quando la Terra incrocerà nella sua orbita la scia di detriti appartenenti alla cometa ISON, disintegratasi quasi completamente lo scorso novembre durante il suo passaggio ravvicinato al Sole.

A febbraio, oltre l’assenza della Luna nuova – coincidenza che si ripresenterà tra quasi venti anni – la Luna sarà in congiunzione prima con Marte e poi con Saturno.  Nei primi giorni di aprile Marte sarà in opposizione, mentre il 21 sia avrà il massimo dello sciame meteorico delle Liridi. Maggio invece vedrà l’opposizione di Saturno e, negli ultimi giorni del mese, la massima elongazione di Mercurio dal Sole che quindi potrà essere osservato al meglio alla sera, subito dopo il tramonto.

httpvh://youtu.be/Tufdkj7YB0s

A giugno, altre due congiunzioni della Luna: il con Marte e con Saturno. Ad agosto torna come ogni anno lo sciame meteorico delle Perseidi, mentre il 18 si verificherà una stretta congiunzione mattutina tra Venere e Giove, seguita il 25 da un’altra meno ravvicinata tra Marte e Saturno.

Il 23 settembre inizia l’autunno, stagione che vedrà passare la cometa C/2012 K1 Panstarrs nei nostri cieli al mattino. Il 29 invece Luna, Marte e Antares saranno molto vicini e quasi allineati a prima sera, bassi verso sud ovest. Fine d’anno poi ancora all’insegna delle meteore:  ottobre con le Draconidi e le Orionidi, novembre con e Leonidi e infine dicembre con le Geminidi.

Come sempre, per aggiornamenti dettagliati e le mappe per osservare il cielo, continuate a seguirci su Media INAF e INAF TV, dove pubblicheremo i consueti appuntamenti con i cieli del mese. E allora, buon 2014, non solo astronomico, a tutti!