IL FLYBY LA SERA DEL 9 OTTOBRE

Attenzione, arriva Juno

Attorno alle 21 ora italiana di mercoledì la sonda destinata a Giove sorvola la Terra, arrivando ad appena 500 km di distanza. ASI e INAF invitano astrofili e appassionati a tentare di osservarla, riprenderla e inviare le proprie immagini, che saranno poi pubblicate anche dalla NASA.

junoTutto pronto per il flyby della sonda Juno che il 9 Ottobre, ore 19:21 Universal Time (21:21 tempo italiano) sorvolerà le nostre teste, in un punto a largo del Sud Africa, arrivando a poco più di 500 Km dal suolo.

Tempo permettendo e risolvendo le varie difficoltà tecniche, la sonda potrebbe essere identificabile e fotografabile nel cielo già con un’attrezzatura amatoriale (trovi qui le istruzioni per tentare l’osservazione).
INAF e ASI (Agenzia Spaziale Italiana) invitano tutti gli astrofili e amanti del cielo a tentare l’osservazione e inviare a info@iaps.inaf.it la segnalazione dei tentativi e i risultati dei propri sforzi. Le immagini prodotte verranno diffuse e ripubblicate sia in Italia che dalla NASA (una volta concluso  lo shutdown temporaneo dell’agenzia americana).

Il momento è importante e ricercatori, ingegneri e tecnici coinvolti sono al lavoro, con il fiato sospeso, per verificare il passaggio della sonda e sfruttare l’occasione per catturare i primi dati ed immagini generati dalla missione nel passaggio ravvicinato della Terra.

A Matera, presso il Centro di Geodesia Spaziale dell’ASI si svolgerà la manifestazione “Aspettando JUNO… Un fly-by tra scienza, giochi e musica”, con la collaborazione dell’INAF e in particolare dello IAPS di Roma, Istituto dove è nato lo spettrometro ad immagine JIRAM. Un gruppo di studenti di liceo verrà coinvolto nel tentativo di osservazione della sonda in diretta dal telescopio del centro dopo aver preso parte a un programma di giochi, musica e conferenze che prevede la partecipazione di Enrico Flamini (Chief Scientist dell’ASI), Barbara Negri (Responsabile Unità Osservazione ed Esplorazione dell’Universo ASI) e Angelo Olivieri (responsabile ASI del programma Juno). In collegamento dagli USA, Scott Bolton (PI della missione Juno), Alberto Adriani (PI JIRAM) e Stefano Finocchiaro (Juno Gravity Experiment).
Per maggiori informazioni sull’evento http://www.asi.it/it/eventi/convegni/aspettando_juno

Subito dopo il flyby, su Media INAF verranno pubblicati risultati, immagini e contributi.