SPITZER SCOPRE UN SISTEMA STELLARE LAMPEGGIANTE

Hula hoop fra le stelle

Individuato grazie al telescopio spaziale Spitzer della NASA un giovane sistema stellare che lampeggia a intermittenza con un ciclo di 93 giorni. Chiamato YLW 16A, probabilmente è costituito da tre stelle in via di sviluppo.

Nella riproduzione artistica un disco di avanzi di materiale polveroso di formazione stellare cinge due giovani stelle come un hula hoop. Credit: NASA / JPL-Caltech.

Nella riproduzione artistica un disco di avanzi di materiale polveroso di formazione stellare cinge due giovani stelle come un hula hoop. Credit: NASA / JPL-Caltech.

L’hanno battezzato YLW 16A ed è un sistema di tre stelle giovani, tutt’ora in fase di sviluppo, due delle quali ancora cinte da un disco di materiale di risulta, principalmente residui del processo di formazione stellare. Il sistema, scoperto da un team di astronomi utilizzando il telescopio spaziale  Spitzer e il VLT, lampeggia ogni 93 giorni: le due stelle interne, orbitando l’una intorno all’altra, fanno infatti periodicamente capolino dal disco che le cinge come un hula hoop. L’anello stesso sembra essere non allineato rispetto alla coppia stellare centrale, probabilmente a causa della presenza della terza stella, orbitante alla periferia del sistema, che perturba il campo gravitazionale. I cicli del sistema attraversano fasi luminose e non, con le stelle centrali che giocano a una sorta di nascondino cosmico mentre il disco inclinato ruota loro attorno.

Spitzer ha osservato la luce a infrarossi di YLW 16A, emessa dai gas e dalle polveri del disco che ancora cinge le giovani stelle. Altre osservazioni giungono dalla survey 2MASS e dallo strumento NACO del Very Large Telescope dell’ESO, inCile.

YLW 16A è il quarto esempio noto di un sistema stellare che “lampeggia” in questo modo, ed è il secondo trovato nella stessa regione di formazione stellare Rho Ofiuco. La scoperta suggerisce che questi sistemi possano essere assai più comuni di quanto si pensasse. Sistemi lampeggianti di stelle con dischi deformati offrono agli scienziati un modo per studiare come i pianeti si formano in questi ambienti. I pianeti possono orbitare intorno a una o entrambe le stelle nel sistema stellare binario, e sono detti pianeti circumbinari. Gli astronomi possono tenere traccia del modo in cui la luce viene assorbita dai dischi di formazione planetaria durante le fasi luminose e non dei sistemi stellari lampeggianti, che a loro volta rivelano informazioni circa i materiali che compongono il disco.

“Questi sistemi lampeggianti sono uno strumento d’indagine naturale per studiare il processo di formazione dei pianeti binari e circumbinari”, dice Peter Plavchan, ricercatore presso l’Exoplanet Science Institute and Infrared Processing and Analysis Center della NASA al CalTech di Pasadena, in California, e primo autore principale di un articolo in corso di pubblicazione la pubblicazione su Astronomy & Astrophysics.

Per saperne di più: