IMMAGINI DAL SISTEMA SOLARE

Saturno dà spettacolo

In attesa di Occhi Su Saturno, il prossimo 18 maggio, la sonda Cassini-Huygens realizza una nuova immagine mozzafiato degli anelli di Saturno, visti dalla migliore angolazione possibile.

In attesa di Occhi Su Saturno, la manifestazione che il 18 maggio prossimo metterà il Signore degli anelli al centro di una celebrazione collettiva e diffusa sul territorio italiano, Saturno sfrutta le telecamere della missione Cassini-Huygens per mettersi in mostra.

 

Una recente immagine degli anelli di Saturno realizzata dalla Cassini. Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Una recente immagine degli anelli di Saturno realizzata dalla sonda Cassini. Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

L’immagine, in tutto il suo splendore, è stata realizzata il 5 marzo 2013 dalla Wide-angle Camera a bordo della missione NASA-ESA-ASI mentre la sonda si trovava a 1.434 milioni di chilometri dal pianeta, quindi con una risoluzione di 82 chilometri per pixel.
In quel momento, la configurazione tra il Sole, la sonda e il pianeta aveva un angolo di fase di 85 gradi. Quindi Cassini si trovava nella condizione migliore per poter fotografare il pianeta con il magnifico sistema di anelli visto di piatto, illuminato lateralmente dalla luce del Sole. L’immagine è stata realizzata nella luce visibile ed è molto simile a quello che occhi umani avrebbero potuto vedere da questo punto di osservazione molto privilegiato.

Sulla superficie variegata degli anelli, in primo piano, l’ombra scurissima e netta gettata dal pianeta Saturno. Il fatto che nello spazio le ombre siano così nette dipende dalla mancanza di atmosfera a diffondere la luce. Lo stesso meccanismo alla base delle immagini molto contrastate degli astronauti sulla Luna, che proiettavano sulla superficie del nostro satellite ombre molto più nette di quanto non avrebbero fatto sulla terra.

Dall’ingresso in orbita intorno al pianeta, il sistema di anelli è uno degli argomenti più studiati dalla missione Cassini-Huygens, e quella di oggi è solo una delle ultime immagini in ordine di tempo, che vede come protagonista questa caratteristica del pianeta. Per ritracciare una breve carrellata delle ultime apparizioni, ricordiamo i recenti impatti di meteoroidi immortalati nei mesi scorsi o il raro ritratto del pianeta Venere che fa capolino tra gli anelli.

Per sapere di più sulle ultime scoperte riguardanti Saturno della missione Cassini-Huygens, lo IAPS Roma ha realizzato una serie di interviste a scienziati e ricercatori del team Cassini-Huygens che verranno distribuite in occasione di Occhi Su Saturno e di cui riportiamo una preview.

 

L’intervista a Jonathan Lunine 

 

 

 

 

 

Una lista delle attività organizzate o co-organizzate da INAF il 18 maggio 2013, in occasione di Occhi Su Saturno (una iniziativa nata dall’Associazione Stellaria di Perinaldo):

  • a Roma, con la partecipazione dell’INAF-IAPS Roma:
    • il Dipartimento di Matematica e Fisica della Terza Università di Roma, con la collaborazione dell’associazione McQuadro, ospita un Saturno
Party, con conferenze e spettacoli sul tema (vai alla pagina);
    • l’ATA, Associazione
 Tuscolana di Astronomia, organizza presso l’Osservatorio Astronomico
 “Franco Fuligni” di Rocca di Papa una serata osservativa, completata
 da conferenze e dalla mostra “Cassini esplora Saturno” (vai alla pagina);
    • infine, il Planetario di Roma organizzerà per l’evento, che cade in
 concomitanza con la Notte dei Musei, osservazioni, spettacoli, 
attività per i bambini sotto la cupola e conferenze, fra le quali ne è prevista una su Saturno tenuta da Enrico Flamini, ASI (vai alla pagina
  • a Bologna, l’INAF-Osservatorio Astronomico di Bologna apre le porte
 della sua sede per una serie di conferenze scientifiche e osservazioni
 con i telescopi allestiti per l’occasione (vai alla pagina);
  • Palermo, l’INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo, insieme
 all’associazione PALERMOSCIENZA e al Piano Lauree Scientifiche Fisica, 
organizza una serata di osservazioni ai telescopi, con conferenze, 
laboratori per bambini e la visita a una mostra permanente di exhibit
 scientifici (vai alla pagina);
  • a Cagliari, l’INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari, in
 collaborazione con la Biblioteca Provinciale e l’Associazione
Astrofili Sardi, organizza presso il Parco di Monte Claro una
 conferenza pubblica seguita da una serata osservativa (vai alla pagina).