I RESTI DELL'ESPLOSIONE DI UNA NANA BIANCA

L’ombra rossa della supernova

Nell'immagine del telescopio spaziale Hubble, il resto di supernova SNR 0519, creato dall'esplosione di una stella simile al Sole avvenuta circa 600 anni fa. Si trova a circa 150.000 anni luce da noi ed è visibile nella costellazione del Dorado.

ex nana


Questi delicati ciuffi di gas costituiscono un oggetto noto come SNR B0519-69.0, o SNR 0519 in breve.
Credit: ESA/Hubble & NASA

Protagonista dell’ultimo scatto del telescopio spaziale Hubble è l’oggetto noto come SNR B0519-69.0, o SNR 0519 in breve. Quel sottile guscio rosso che sembra avvolgerlo non è altro che il resto di una stella progenitrice instabile che esplose violentemente come una supernova circa 600 anni fa. Ci sono diversi tipi di supernovae, e nel caso di SNR 0519 si sa che la stella esplosa era una nana bianca, ovvero una stella simile al Sole ma giunta alle fasi finali della sua vita.

SNR 0519 si trova a oltre 150 000 anni luce dalla Terra nella costellazione meridionale del Dorado, costellazione in cui è visibile anche la  Grande Nube di Magellano (LMC), la galassia nostra vicina. Per questo motivo, questa regione del cielo è pieno di oggetti intriganti e belli. La Grande Nube di Magellano (LMC) orbita intorno alla Via Lattea come un satellite ed è la quarta più grande nel nostro gruppo di galassie (tuttavia SNR 0519 non si trova nella Grande Nube di Magellano)