UNA PROTUBERANZA SOLARE

Un cerchio di fuoco per Giove

Il picco della sua ciclica attività il Sole lo dovrebbe raggiungere a maggio. Intanto la sonda Solar Dynamic Observatory della NASA ci trasmette belle immagini di quanto accade sulla sua superficie, come questa protuberanza eruttiva capace di abbracciare la circonferenza di Giove. "Un evento che non ha niente di particolare anche per le dimensioni" ci avverte però l'esperto di fisica solare dell'INAF - Osservatorio Astronomico di Treiste, Mauro Messerotti

eruption_anim

crediti SDO – NASA

 

Una protuberanza eruttiva che si avvolge su se stessa nella parte a Sud-Ovest del Sole. È quanto ripreso dalla sonda della NASA Solar Dynamic Observatory (SDO) nelle prime ore del 27 febbraio.

Come il flusso si erge nella cromosfera solare, forma una sorta di cerchio di plasma grande abbastanza da contenere in questo ipotetico abbraccio l’intero pianeta Giove. Per cogliere il movimento fa questa protuberanza basta cliccare sull’immagine animata, realizzata da astronomi dilettanti.

“Non è un evento particolarmente significativo anche dal punto di vista delle dimensioni – ci spiega Mauro Messerotti esperto di fisica solare e space weather dell’INAF – Osservatorio di Trieste  – è un effetto di una emissione di bolla di plasma, una Coronal Mass Ejection che per il luogo in cui si è sviluppata non può aver interessato la Terra”.

Come ci ricorda l’esperto dell’INAF l’attività solare dovrebbe raggiungere il suo picco ciclico intorno al mese di maggio.