VISTA IMMORTALA L'AMMASSO STELLARE 47 TUCANAE

Un miscuglio di stelle esotiche

La nuova immagine infrarossa del telescopio VISTA dell'ESO mostra l'ammasso globulare 47 Tucanae con un dettaglio sorprendente. Questo ammasso contiene milioni di stelle e molte tra quelle annidate al suo interno ci appaiono esotiche e mostrano proprietà insolite. Studiare gli oggetti all'interno di ammassi come 47 Tucanae ci aiuta a capire meglio come queste strane sfere si formano e interagiscono. Questa immagine è molto nitida e profonda grazie alla dimensione, sensibilità e ubicazione di VISTA, all'Osservatorio del Paranal dell'ESO in Cile.

Questo brillante ammasso stellare è 47 Tucanae.Questa immagine è stata ottenuta durante la survey delle Nubi di Magellano effettuata con VISTA. CREDIT:ESO/M.-R. Cioni/VISTA Magellanic Cloud survey.

Gli ammassi globulari sono grandi nubi sferiche di stelle vecchie legate dalla gravità reciproca. Orbitano intorno al nucleo delle galassie, così come i satelliti orbitano intorno alla Terra. Questi grumi di stelle contengono pochissima polvere e gas – si pensa che la maggior parte sia stata soffiata via dai venti stellari e dalle esplosioni delle stelle in esso contenute, o strappata dal gas interstellare che interagisce con l’ammasso. Tutto il materiale rimasto si è fuso a formare stelle di miliardi di anni fa.

Gli ammassi globulari accendono l’interesse degli astronomi – 47 Tucanae, noto anche come NGC 104, è un ammasso globulare enorme e antico, a circa 15 000 anni luce da noi, e contiene molte stelle e sistemi stellari bizzarri e interessanti.

Ubicato nella costellazione australe del Tucano, 47 Tucanae orbita nella Via Lattea.  La sua dimensione di circa 120 anni luce è così ampia che, nonostante la distanza, ci appare grande quasi come la Luna piena; contiene milioni di stelle ed è tra i più brillanti e massicci ammassi globulari noti ed è visibile a occhio nudo. Tra la massa vorticosa di stelle al centro si trovano molti sistemi interessanti, tra cui sorgenti di raggi X, stelle variabili, stelle vampiro, stelle “normali” inaspettatamente brillanti note come “vagabonde blu” (o “blue stragglers”) e piccoli oggetti noti come “pulsar al millisecondo”, stelle morte che ruotano molto rapidamente.

Le giganti rosse, stelle che hanno esaurito il combustibile nel nucleo e si sono quindi gonfiate, sono distribuite ovunque in questa immagine di VISTA e sono facili da individuare, poichè risplendono di un colore ambra scuro che si staglia sullo sfondo bianco-giallo delle stelle. Il nucleo densamente affollato fa da contrasto alle regioni più esterne dell’ammasso meno dense, mentre sullo sfondo sono visibili molte stelle della Piccola Nube di Magellano.

Questa immagine è stata ottenuta con il telescopio dell‘ESO VISTA (Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy) durante la survey delle Nubi di Magellano, due delle galassie più vicine a noi. 47 Tucanae, anche se molto più vicino delle Nubi, si trova per caso in proiezione davanti alla Piccola Nube di Magellano (eso1008) ed è stata ripresa durante la survey.

VISTA è il più grande telescopio al mondo dedicato alle survey del cielo. Ubicato all’Osservatorio del Paranal dell’ESO, in Cile, questo telescopio infrarosso, con il suo grande specchio, l’ampio campo di vista, i rivelatori molto sensibili rivela una nuova prospettiva del cielo australe. Usando una combinazione di immagini molto nitide nell’infrarosso – come quella di VISTA qui mostrata – e osservazioni in luce visibile gli astronomi possono studiare in gran dettaglio il contenuto e la storia di oggetti come 47 Tucanae.