LA SCOPERTA GRAZIE AL SITO PLANETHUNTERS

Quattro soli per un pianeta

Scoperto a 5000 anni luce da noi un pianeta in orbita attorno a una coppia di stelle binarie, che a loro volta hanno altre due stelle attorno a loro. Il merito va in buona parte a due astronomi dilettanti che hanno usato il sito Planethunters.org

Bel colpo per i volontari che animano il sito Planethunters.org, dedicato alla ricerca di pianeti extrasolari. Hanno scovato (con l’aiuto di astronomi di alcuni istituti britannici e statunitensi) un pianeta con ben quattro soli. Si chiama PH1 (le iniziali stanno proprio per Planet Hunter) , si trova a 5000 anni luce da noi, ed è in orbita attorno a una coppia di stelle, che a sua volta ne ha altre due che girano attorno. Il pianeta, la cui scoperta è descritta in un articolo appena pubblicato online su Arxviv e inviato ad Astrophyisical Journal, sembra un gigante gassoso poco più grande di Nettuno. “La parte interessante” spiega Chris Lintott dell’Università di Oxford, uno dei ricercatori che hanno contribuito ad analizzare i dati dopo la scoperta iniziale fatta dai volontari, “è che il pianeta sembra avere un’orbita molto stabile, nonostante il complicato ambiente in cui si trova, con l’attrazione gravitazionale di quattro stelle”.

Dal 2010, il sito Planethunters permette a chiunque di divertisti a studiare le variazioni di luminosità in stelle osservate dal telescopio spaziale Kepler, che possono essere il segno del transito di pianeti davanti a quelle stelle. Questa (effettuata dagli americani Kian Jek e Robert Gagliano) è la prima scoperta confermata di un nuovo esopianeta ottenuta in questo modo, ed è anche il primo pianeta mai trovato in un “doppio sistema binario” di questo tipo.