UN VOLO A CIRCUITO CHIUSO

Successo per il “Mighty Eagle”

Il prototipo di un nuovo lander robotico della NASA ha completato ieri un importante test, volando ad un’altezza di 36 metri e atterrando dolcemente sul suo obiettivo al Marshall Space Flight Center a Huntsville, in Alabama.

Il "Mighty Eagle" in volo

Le nuvole non gli hanno impedito di spiccare il volo. Il lander “Mighty Eagle” della NASA, prototipo di nuovi veicoli robotici che dovranno esplorare la Luna e altri pianeti, ha completato ieri con successo il primo test di volo al Marshall Space Flight Center di Huntsville in Alabama. Il veicolo si è sollevato fino a un’altezza di 36 metri ed è riuscito ad atterrare sul suo obiettivo. Mentre nei precedenti test di volo il veicolo seguiva una traiettoria prefissata, in quello di ieri ha operato in un “circuito chiuso”, guidato solo dalle immagini della sua telecamera e da un software che lo ha aiutato a centrare il suo bersaglio.

Soprannominato “Mighty Eagle”, da uno dei personaggi del famoso gioco “Angry Birds”, il lander è un prototipo robotico con un diametro pari a 2,5 metri e alto all’incirca 1,3 metri. Il suo peso può raggiungere i 700 chili quando fa il pieno del suo carburante, perossido di idrogeno puro (90%), che ne fa un veicolo “verde”.

“Il Mighty Eagle ha effettuato un grande volo, raggiungendo gli obiettivi che avevamo prefissato. È riuscito a trovare il punto esatto d’atterraggio, utilizzando un sistema a circuito chiuso” ha affermato Greg Chavers, capo del test del progetto “Dato che questo è uno dei nostri ultimi test di questa serie, è il risultato di molto duro lavoro, completato dai nostri giovani ingegneri.”

“Siamo andati oltre le nostre aspettative e abbiamo completato il test più impegnativo fino ad ora” spiega Mike Hannan, della Direzione Ingegneristica del Marshall Space Center. “Era una giornata nuvolosa e molto umida, e temevamo che il vapore potesse bloccare la telecamera del veicolo. Non è accaduto, e il lander ha cercato e trovato il suo obiettivo”.

La NASA utilizzerà la tecnologia del “Mighty Eagle” per sviluppare una nuova generazione di piccoli, intelligenti e versatili lander robotici in grado di raggiungere nuovi obiettivi scientifici e di esplorare la superficie della Luna e degli altri corpi celesti.