UN DISCO STELLARE A FORMA DI GALASSIA

Due bracci, due pianeti

Il telescopio Subaru ha ottenuto una dettagliatissima immagine del disco di gas e polveri attorno alla stella SAO 206462, evidenziando in esso due strutture a forma di bracci a spirale. Per gli astronomi potrebbe essere l'indizio della presenza nel sistema stellare di due pianeti non ancora scoperti.

L'immagine del disco che circonda la stella denominata SAO 206462 in cui sono ben visibili i due bracci di gas e polveri a spirale ottenuta dal telescopio Subaru (Crediti: NAOJ/Subaru)

In astronomia, quando si parla di bracci a spirale, vengono in mente quelli presenti nelle galassie. Ora però un team di ricercatori ha individuato strutture simili anche nel disco di gas e polveri che circonda una stella di recente formazione, denominata SAO 206462 e distante da noi circa 456 anni luce. Per gli scienziati è l’indizio che intorno ad essa ci siano infatti dei pianeti non ancora individuati.

L’eccezionale immagine è stata ottenuta da una serie di osservazioni nel vicino infrarosso condotte dal telescopio Subaru, sulle isole Hawaii, che ha sfruttato anche il suo avanzatissimo sistema di ottica adattiva denominato Next Generation Adaptive Optics (HiCIAO). In essa è ben visibile la presenza di due bracci a spirale che si stagliano all’interno del disco di materia che circonda la stella e che si estende per circa 2 miliardi e mezzo di chilometri.

Secondo ricostruzioni al calcolatore svolte presso il Goddard Space Flight Center della Nasa a Greenbelt, negli Stati Uniti, è possibile che ciascuno dei bracci sia stato prodotto dalla presenza di un corpo massiccio, non individuato dal telescopio. Dunque attorno a  SAO 206462 potrebbero orbitare due pianeti giovanissimi, che si sarebbero formati solo qualche milione di anni fa. Gli scienziati però rimangono ancora cauti su questa interpretazione, poiché non escludono che le due strutture possano avere un’origine non necessariamente correlata alla presenza di pianeti attorno alla stella.