ELEZIONI DEL NUOVO CDA DELL’INAF

Il Consiglio è donna

Ha sfiorato l'80% la partecipazione alle elezioni che hanno eletto due donne quali componenti del nuovo CdA dell'INAF, che verrà a formarsi con il completamento del processo di riordino previsto dal decreto. Soddisfatto il Presidente Maccacaro.

Sono Monica Tosi e Maria Renata Schirru i candidati che hanno ottenuto più voti come componenti del futuro Consiglio di Amministrazione dell’INAF. Il 7 e l’8 luglio scorsi si sono infatti svolte le consultazioni per la loro nomina unitamente a quella dei rappresentanti delle Macroaree tematiche. Il Presidente dell’INAF, Tommaso Maccacaro, un messaggio al personale, si è detto “soddisfatto per la grande affluenza e per l’elezione di due donne”.

Le elezioni, previste dal nuovo statuto dell’ente, si sono tenute, anche per via informatica, e hanno registrato un’affluenza record: per il CdA. ha infatti partecipato quasi il 77 % degli aventi diritto. Di 864 schede scrutinate, 182 preferenze sono andate a Monica Tosi, astronoma all’Osservatorio di Bologna e 181 a Maria Renata Schirru, tecnologo all’Osservatorio di Cagliari. Contestualmente ai due membri del Consiglio di Amministrazione, sono stati votati anche i rappresentanti delle cinque macroaree tematiche dell’INAF.

Quello delle votazioni appena concluse è uno degli ultimi passi che porterà l’INAF al suo nuovo assetto, con la nomina da parte del MIUR del Presidente e degli altri due membri del CdA e la selezione del Direttore Generale e del Direttore Scientifico. Un percorso che parte, così come per gli altri Enti vigilati dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, con l’entrata in vigore della legge n° 165 del 27 settembre 2007 e con il seguente Decreto Legislativo del 31 dicembre 2009 sul riordino degli enti di ricerca. Un percorso che si è concretizzato con l’approvazione e l’entrata in vigore, il primo maggio scorso, del nuovo Statuto dell’INAF, che prevede la nomina di due dei membri del consiglio di amministrazione con il voto di tutto il personale strutturato dell’Ente: ricercatori, tecnici e amministrativi.

“Sono molto soddisfatto dell’andamento e dell’esito delle consultazioni elettorali al nostro Istituto, in particolar modo per due motivi” ha commentato rivolgendosi al personale Tommaso Maccacaro, presidente dell’INAF. “Intanto la notevole partecipazione, che per il C.d.A. ha sfiorato l’80 %,  è un segno dell’attenzione e del coinvolgimento attivo da parte del personale nelle attività di gestione e di indirizzo dell’Ente. Sono poi particolarmente lieto del fatto che i due membri eletti siano due donne, e per di più con due profili professionali differenti , uno scientifico e l’altro tecnologico-amministrativo. A loro invio i miei più sinceri auguri”.