AMMASSO GALATTICO A 250 MILIONI DI ANNI LUCE

Perseo senza veli

Dal satellite giapponese Suzaku nuovi dettagli su Perseo. L'immensa regione è permeata di gas che raggiunge temperature di milioni di gradi e si estende oltre i confini dell'ammasso. La ricerca su Science.

L’ammasso di Perseo ci svela buona parte dei suoi segreti. Merito dei giapponesi, o meglio del loro satellite ai raggi X Suzaku, i cui dati hanno permesso di ricostruire il quadro più completo su dimensioni, massa e composizione chimica di questo ammasso di galassie distante 250 milioni di anni luce.

I risultati, esposti in un articolo pubblicato su Science, rivelano inoltre nuovi dettagli sul gas caldo che si trova non solo tra una galassia e l’altra ma supera anche i presunti confini dell’ammasso, portando di fatto la sua estensione attorno a 11,6 milioni di anni luce. Questo gas raggiunge temperature di milioni di gradi e rappresenta una componente particolarmente importante per gli astrofisici.

“Comprendere quanto gas è presente in un ammasso di galassie è fondamentale nello studio dell’Universo”, afferma Adam Mantz del Goddard Space Flight Centre, uno degli autori dell’articolo. “Prima di Suzaku le nostre conoscenze sul gas erano limitate alle regioni interne”, aggiunge Aurora Simionescu, la ricercatrice a capo dello studio. Proprio grazie ai dati raccolti da Suzaku è stato possibile ricostruire la distribuzione del gas anche nelle regioni più periferiche, potendo così stabilire quanta materia ordinaria è presente in tutto l’ammasso. Un dato precedentemente controverso, la cui conoscenza è critica per chi cerca di spiegare l’evoluzione del nostro Universo. Suzaku è il quinto satellite giapponese ai raggi X. Lanciato nel 2005, è stato realizzato dall’Agenzia Aerospaziale Giapponese JAXA, con la collaborazione della NASA e la partecipazione di comunità scientifiche internazionali.