PREMIO GALILEO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA

Cinque libri in finale

Sono state selezionate le opere finaliste della quinta edizione del “Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica”. A votare il vincitore, sarà una giuria popolare di studenti in 110 scuole italiane. Il verdetto a Padova, il 5 maggio 2011.

Venerdì 21 gennaio, presso il Municipio di Padova, si è tenuta la riunione della giuria scientifica della quinta edizione del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica 2011. La giuria, presieduta da Mario Tozzi, geologo, divulgatore scientifico e giornalista, ha selezionato le cinque opere finaliste che si disputeranno il podio: fra di esse c’è anche “Osservare l’Universo” di Paolo de Bernardis, professore di Astrofisica e Cosmologia Osservativa a “La Sapienza” e associato INAF. Ecco la cinquina:

1) “C’è spazio per tutti” di Piergiorgio Odifreddi (Mondadori 2010)

2) “Il governo dell’acqua” di Andrea Rinaldo (Marsilio Editore, 2009)

3) “Osservare l’Universo” di Paolo De Bernardis (Il Mulino, 2010)

4) “Come funziona la memoria” di Larry Squire-Eric Kandel (Zanichelli, 2010)

5) “L’Italia degli scienziati” di Angelo Guerraggio-Pietro Nastasi (Bruno Mondatori, 2010)

Ora spetta alla giuria popolare, formata dagli studenti di 110 scuole italiane (una per ogni provincia), stabilire quale fra queste opere  si aggiudicherà l’edizione 2011 del Premio.
La cerimonia ufficiale di premiazione è in programma per il prossimo 5 maggio 2011, alle ore 16.00 e avrà luogo a Padova, presso Palazzo della Ragione, alla presenza di una giuria popolare di studenti appartenenti agli istituti superiori di ogni provincia d’Italia.