PARTECIPAZIONE SOPRA LE ASPETTATIVE

A un russo il premio Tesori Nascosti

Si è conclusa l'edizione 2010 del concorso astro-fotografico dell'ESO. Poco meno di cento le foto in concorso, un numero decisamente sopra le attese vista la complessità della competizione. Al vincitore un viaggio premio al Very LargeTelescope in Cile.

Si chiama Tesori Nascosti il concorso astro-fotografico organizzato dall’ESO , che mette a disposizione degli appassionati di astronomia i vasti archivi di dati astronomici che gli appartengono.

L’edizione 2010 ha visto competere quasi cento immagini frutto del grande impegno dei concorrenti nel trasformare i dati catturati dal telescopio, tutte immagini in scale di grigio, nelle coloratissime immagini finali sono necessarie molte ore di lavoro esperto e accurato per correggerle da eventuali distorsioni e da difetti indesiderati prodotti dallo strumento e per migliorarle in modo da mostrare al meglio i dettagli contenuti nei dati astronomici.

Scavando tra molti TeraByte di dati astronomici raccolti da professionisti, i partecipanti dovevano identificare, per un particolare oggetto celeste, un certo numero di immagini in scale di grigio da utilizzare per meglio svelare la bellezza nascosta del nostro Universo. A vincere . il russo Igor Chekalin: un viaggio al Very Large Telescope sul Paranal, in Cile.

I premi dal secondo in poi comprendevano un iPod, libri e DVD. Infine, le immagini ben piazzate verranno mostrate a tutti sul sito www.eso.org come Comunicazioni Fotografiche o  nella rubrica Pictures of the Week, con accredito esplicito anche ai vincitori. La giuria ha valutato i prodotti sulla base della qualità del trattamento dati, dell’originalitaà dell’immagine e dell’aspetto estetico globale. Dal momento che molte delle immagini ai primi posti erano state inviate da un ristretto numero di persone, la giuria ha deciso di premiare i dieci migliori partecipanti, cosi’ da offrire ad un numero maggiore di persone la possibilità di essere ricompensate per il proprio duro lavoro e per il talento mostrato.

Il comunicato ESO in Italiano