PRIMO PAESE EXTRAEUROPEO

Il Brasile punta sull’ESO

Il Brasile si appresta a entrare nell'ESO, 15° paese membro, primo paese extraeuropeo. E' quanto previsto dall'accordo firmato a Brasilia tra il ministro della ricerca del Brasile e il Direttore Generale dell'ESO

Il Brasile si appresta a diventare il quindicesimo paese membro dell’European Southern Observatory (ESO), primo paese extraeuropeo. E’ quanto prevede l’accordo firmato a Brasilia dal Ministro per la Ricerca del Brasile, Sergio Machado Rezende e il Direttore Generale dell’ESO, Tim De Zeeuw.

La decisione, già approvata all’unanimità dal Council dell’ESO in una riunione straordinaria lo scorso 21 dicembre, dovrà essere ora ratificata dal parlamento brasiliano. Il ministro Rezende ha sottolineato come “la collaborazione con l’ESO darà un nuovo impulso allo sviluppo in Brasile nelle scienze, tecnologie e nell’innovazione ed è parte del considerevole sforzo che sta facendo il Brasile per mantenere il paese all’avanguardia in questo settore così strategico”.

Il Direttore Generale dell’ESO ha ricordato come l’ESO ha un forte rapporto con il Sudamerica grazie anche al fatto che il Cile ospita i telescopi dell’ESO e dove nascerà l’Extremely European Large Telescope. Ora oltre gli astronomi cileni ed europei anche gli astronomi brasiliani potranno accedere ai tanti dati che le strutture dell’ESO producono.