LA PRIMA MAPPA INTERATTIVA DEL PIANETA ROSSO

Marte in 3D

Il software, sviluppato dalla NASA in collaborazione con Microsoft, permette agli utenti di esplorare il suolo marziano grazie alla combinazione di 74 mila immagini ad alta risoluzione raccolte in questi anni di missioni spaziali.

Vi piacerebbe fare una passeggiata sul Pianeta Rosso per vedere come è fatto il panorama marziano? Da oggi è possibile, grazie a un nuovo software sviluppato dal centro di ricerche Ames della NASA in collaborazione con Microsoft.

La prima mappa tridimensionale di Marte si chiama WorldWide Telescope ed è stata messa a punto utilizzando le immagini fornite dai satelliti della Nasa. La mappa interattiva permette di fare un tour virtuale sul pianeta e offre anche due guide ”turistiche” d’eccezione: i ricercatori James Garvin, del Goddard Space Flight Center della Nasa, e Carol Stoker, del centro Ames. Al loro seguito, è possibile, per esempio, andare a cercare tracce di una vita passata sul pianeta e scoprire ciò che ha visto finora sul suolo marziano il laboratorio Phoenix della Nasa.

”La nostra speranza è che questo spinga le nuove generazioni a non abbandonare la ricerca scientifica”, ha detto il direttore del centro Ames, Pete Worden. Il software, liberamente accessibile, si basa su 74.000 immagini prese dai satelliti americani Mars Global Surveyor e Mars Reconnaissance Orbiter, che stanno osservando Marte rispettivamente dal 1997 e dal 2006.

Per maggiori informazioni: www.nasa.gov