TOUR VIRTUALE NEL CANTIERE DI SRT

Una gru a perdita d’occhio

Manca una settimana, o poco più, al grande giorno: il tiro in quota del gigantesco cesto del Sardinia Radio Telescope. A sollevare la struttura da 500 tonnellate a 35 metri sarà la forza bruta della più grande gru d’Europa. Un’eccezionale video navigabile permette di ammirare la sua maestosità

Manca una settimana, o poco più, al grande giorno. La data prevista per il tiro in quota del gigantesco cesto del Sardinia Radio Telescope oscilla tra il 18 e il 22 maggio. E sale la tensione al cantiere di San Basilio, dove si sta concludendo l’assemblaggio della gru gigante che dovrà sollevare lo scheletro di acciaio e alluminio da 500 tonnellate a 35 metri d’altezza per posizionarlo sopra l’albero portante del telescopio. Un’operazione estremamente delicata tanto che un filo di vento rischierebbe di compromettere drammaticamente la manovra.

Per stemperare l’attesa febbrile che si respira a San Basilio, vi proponiamo questo eccezionale tour virtuale dei lavori in corso. Un video navigabile in lungo e in largo, realizzato da Gianni Alvito (INAF-Osservatorio astronomico di Cagliari), che offre una panoramica a 360 gradi e permette a chiunque di ammirare, comodamente dal proprio pc, la grande gru in tutta la sua maestosità. Eccola, rossa fiammante, che si staglia verso il cielo quasi a perdita d’occhio. Il braccio meccanico che, con incredibile forza bruta e altrettanta delicatezza, dovrà issare in aria il cesto, è lungo 100 metri e può competere con un grattacielo di 30 piani. Impressionante il confronto con le altre gru nel cantiere: sembrano i giocattoli di un bambino, e invece sono macchinari alti quanto una villetta a due piani. Per avere un’idea delle unità di misura, basti considerare che i cingoli di questo bestione vermiglio sono alti due metri, come il portone di casa. La gru formato gigante è arrivata smontata, in gran parte dall’Olanda, a bordo di 48 trasporti eccezionali, 50 tir pesanti, con la scorta di centinaia di pattuglie ed elicotteri delle polizia stradale che hanno coordinato la logistica internazionale via terra e via mare.

Continuando la navigazione virtuale, nel video si può vedere, appoggiato a terra, l’imponente cesto in reticolato di acciaio e alluminio, largo 64 metri, dove saranno sistemati i mille pannelli che andranno a costituire lo specchio della parabola. Affianco, c’è la colonna portante del radiotelescopio in cima alla quale la gru dovrà issare il cesto.

Tutt’intorno al cantiere si scorgono solo colline verdi. L’area circostante, infatti, è completamente non edificabile per evitare disturbi alle osservazioni astronomiche. Proprio su queste colline, si affolleranno il pubblico e i giornalisti che accorreranno sul posto per seguire in diretta lo spettacolo dell’installazione.

[flv:http://www.media.inaf.it/video/flv/srt-gru-interactive.flv 400 300]