54° CONGRESSO DELLA SAIT

Napoli capitale dell’Astronomia

Si apre oggi all'Osservatorio di Capodimonte di Napoli dell'INAF il 54° congresso della Società Astronomica Italiana (SAIt). Tema del congresso le prospettive dell'astronomia per il prossimo decennio. Al tema sarà dedicata una tavola rotonda con esponenti di varie realtà, presente il Presidente dell'INAF, Tommaso Maccacaro.

Si apre oggi a Napoli il 54° congresso della Società Astronomica Italiana che si svolgerà fino al 7 maggio presso l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’INAF. Il congresso, dal titolo “L’astronomia italiana: prospettive per la prossima decade”, incentrerà la propria attenzione sui temi principali della ricerca astronomica in Italia, dando risalto ai progetti di astrofisica finanziati da enti quali UE, ASI, INAF, MIUR.

Mercoledì 5, dalle 14.30 alle 16.00 tavola rotonda dal tema: L’astronomia italiana: prospettive per la prossima decade. A confronto, moderati dal Direttore dell’Osservatorio di Bologna dell’INAF, Tommaso Maccacaro, Presidente INAF, Ezio Bussoletti, vicepresindente ASI, Fabio Mardirossian, Presidente RIAA, Tito Varrone, membro commissione MIUR, Leonardo Merola, Presidente sezione INFN di Napoli, Roberto Buonanno, Presidente SAIt, Giovanni Fabrizio Bignami, membro commissione MIUR.

Le sessioni orali prevederanno presentazioni su Invito e Contributi; sarà attiva anche una sezione per i Poster. Come di consueto, ampio spazio sarà dato alla discussione sull’insegnamento dell’Astronomia nell’ambito dei programmi didattici per le scuole dell’ordine superiore.

Gli obiettivi del Congresso nelle parole del Presidente della SAIt, Roberto Bonanno

Roberto Buonanno